Vuoto / € 0,00
Il tuo carrello è vuoto
RESOURCE BEVANDA GELIFICATA ARANCIA IN CASO DI PROBLEMI DI DEGLUTIZIONE LIQUIDI 20 %

RESOURCE BEVANDA GELIFICATA ARANCIA IN CASO DI PROBLEMI DI DEGLUTIZIONE LIQUIDI

Venduto più di 296 volte

Codice prodotto: 923588750

  (5)

6,63 5,30

1

Consegna prevista entro Giovedì 19/10

Bevanda aromatizzata di consistenza gelatinosa e pronta all'uso, indicata nei casi di problemi relativi alla deglutizione dei liquidi (disfagia).
Gusto: arancia.

Avvertenze: Alimento dietetico destinato a fini medici speciali da usarsi sotto controllo medico, nutrizionalmente incompleto e non adatto ad essere utilizzato come unica fonte di nutrizione. Può essere utilizzato da 3 anni in poi.

Caratteristiche nutrizionali per 100 g
  Arancia, pompelmo, granatina, ribes nero Limone, frutti rossi, menta, pesca, mela/pera
Energia 4 kcal - 15 kJ 32 kcal - 134 kJ
Proteine 0 g 0 g
Lipidi 0 g 0g
Carboidrati 0,2 g 7,2 g
Fibre alimentari 1,5 g 1,5 g
Acqua 98 g 91 g
Sodio 0,076 g 0,076 g

Formato: Confezione da 4 vasetti da 125 g - Peso netto 500 g
Sconto
45%

1

Consegna prevista entro Giovedì 19/10


RESOURCE BEVANDA GELIFICATA ARANCIA IN CASO DI PROBLEMI DI DEGLUTIZIONE LIQUIDI Diritto di recesso entro 14 giorni
RESOURCE BEVANDA GELIFICATA ARANCIA IN CASO DI PROBLEMI DI DEGLUTIZIONE LIQUIDI Spedizione gratis per ordini superiori a €50
RESOURCE BEVANDA GELIFICATA ARANCIA IN CASO DI PROBLEMI DI DEGLUTIZIONE LIQUIDI Servizio Clienti: 340.2256312
RESOURCE BEVANDA GELIFICATA ARANCIA IN CASO DI PROBLEMI DI DEGLUTIZIONE LIQUIDI Pagamenti sicuri con decodificazione SSL
RESOURCE BEVANDA GELIFICATA ARANCIA IN CASO DI PROBLEMI DI DEGLUTIZIONE LIQUIDI Spedizioni puntuali in 2-3 giorni lavorativi


Spesso comprati assieme

15 %

DERMOVITAMINA MICOBLOCK SOLUZIONE UNGUEALE SPECIFICA PER IL TRATTAMENTO E PREVENZIONE DELL' ONICOMICOSI

Indicazioni: Molti fattori possono provocare l’indebolimento dello strato cheratinoso delle unghie: per effetto della diminuita naturale protezione aumenta il rischio di aggressioni da parte di batteri e funghi, con le conseguenti spiacevoli ed antiestetiche manifestazioni (sfaldamento, ingiallimento e caduta delle unghie). DERMOVITAMINA MICOBLOCK SOLUZIONE UNGUEALE è un gel liquido per il trattamento dell’unghia affetta da onicomicosi. Contiene una miscela di sostanze funzionali che hanno lo scopo di creare un ambiente ostile alla proliferazione dei miceti che possono annidarsi nel letto ungueale, e di proteggere la cheratina delle unghie dalle aggressioni esterne, evitando gli effetti tipici della aggressioni da funghi e batteri come fragilità, indebolimento, ingiallimento e deformazione. Le sostanze contenute in DERMOVITAMINA MICOBLOCK SOLUZIONE UNGUEALE formano uno strato protettivo superficiale che impedisce meccanicamente lo scambio con l’esterno. Inoltre è a base di sostanze ammorbidenti cheratiniche che rendono l’unghia più predisposta nei confronti dell’agente filmogeno. Un agente acidificante è in grado di abbassare il pH ungueale rendendo l’ambiente sfavorevole alla proliferazione di infezioni fungine. Inoltre la presenza del glicole propilenico contrasta la diffusione dei miceti con un meccanismo di tipo osmotico, ovvero per sottrazione dell’acqua libera mentre l’alcol funge da disidratante e quindi elimina l’umidità grazie alla quale crescono e proliferano i funghi. Il dispositivo contiene tra l’altro un estratto di Melaleuca alternifolia (Tea tree oil), nota per le sue proprietà protettive. Le unghie rovinate possono dipendere da diversi fattori: Fattori fisici: calore e umidità, urti subiti dall’unghia, calzature troppo strette. Fattori chimici: uso di detersivi e solventi, che possono alterare le proteine dell’unghia. Infezioni fungine: contaminazione in spogliatoi e piscine, predisposizione se si è affetti da un’altra infezione fungina, come il piede d’atleta, o una malattia a rischio, come il diabete. Per conoscere l’esatta ragione del fenomeno, è consigliabile rivolgersi al proprio farmacista o medico. È inoltre opportuno consultare un medico se: > La parte inferiore dell’unghia non appare sana. > L’unghia è nera senza aver subito traumi. > Si soffre di diabete o immunodeficienza. Modalità d'uso: DERMOVITAMINA MICOBLOCK SOLUZIONE UNGUEALE si applica con estrema facilità quotidianamente su unghie pulite e asciutte. Il pennellino consente un’applicazione ottimale del prodotto su tutta la superficie dell’unghia, sulla cute circostante e sulla parte inferiore del bordo libero dell’unghia. Invisibile e inodore, il prodotto si asciuga molto velocemente integrandosi con rapidità nella struttura dell’unghia. Si consiglia di applicare DERMOVITAMINA MICOBLOCK SOLUZIONE UNGUEALE almeno due volte al giorno per il primo mese, e successivamente una volta al giorno, evitando sempre di bagnare l’unghia interessata per almeno un’ora dopo l’applicazione. DERMOVITAMINA MICOBLOCK SOLUZIONE UNGUEALE non è uno smalto. Se lo si desidera, è possibile applicare sul suo film protettivo uno smalto cosmetico (dopo almeno un’ora dall’applicazione). Prima di riapplicare DERMOVITAMINA MICOBLOCK SOLUZIONE UNGUEALE rimuovere eventuali smalti cosmetici per consentire la penetrazione del prodotto. I risultati del trattamento con DERMOVITAMINA MICOBLOCK SOLUZIONE UNGUEALE sono apprezzabili con la ricrescita dell’unghia. L’unghia sana cresce in media di 1 cm ogni tre mesi nel caso delle mani e, 1/3 di cm nel caso dei piedi. Con l’età la ricrescita diventa più lenta. È pertanto necessario protrarre il trattamento delle unghie colpite per diversi mesi consecutivi, per consentire la fisiologica ricrescita dell’unghia sana, eliminando la parte danneggiata. Il miglioramento dello stato dell’unghia si manifesta in due fasi: 1. Lo sviluppo del danno si arresta. 2. L’unghia ricresce e fa avanzare la parte rovinata che viene progressivamente eliminata con il normale taglio dell’unghia. Consigli pratici: > Lavare mani e piedi e asciugare con particolare attenzione. > Non condividere gli asciugamani da bagno con altri. > Indossare preferibilmente calze di cotone e calzature in pelle. > Evitare calzature troppo strette. > Indossare ciabatte in spogliatoi, piscine, saune, docce e spazi comuni. Avvertenze:  Per applicazione topica sull’unghia. Non applicare su lesioni. Non ingerire. Richiudere perfettamente dopo l’uso. Non utilizzare se si è allergici a uno dei componenti. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Non utilizzare dopo la data di scadenza riportata sulla confezione. Si consiglia di non utilizzare il prodotto su bambini di età inferiore ai tre anni. Conservare in luogo fresco ed asciutto, e lontano da fiamme o fonti di calore. Facilmente infiammabile. Irritante per gli occhi. Controindicazioni ed effetti collaterali: Non sono conosciute controindicazioni ed effetti collaterali. Si raccomanda comunque di non utilizzare il prodotto in caso di accertata sensibilità verso uno dei componenti. Nel caso di arrossamenti o irritazioni cutanee, interrompere la somministrazione e consultare il proprio medico. Composizione: ALCOHOL DENAT., PROPYLENE GLYCOL, ACETIC ACID, 4 TERPINEOL, UREA, HYDROXYPROPYLCELLULOSE, PIROCTONE OLAMINE, CLIMBAZOLE. Formato: Flacone da 7 ml con pennellino applicatore. Dotato di tappo di sicurezza.
Aggiungi al carrello
20 %

MOMENT COMPRESSE: FARMACO A BASE DI IBUPROFENE - ANTIINFIAMMATORIO ED ANTIREUMATICO

DENOMINAZIONE: MOMENT 200 MG COMPRESSE RIVESTITE  CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Farmaci antiinfiammatori ed antireumatici non steroidei.  PRINCIPI ATTIVI: Ibuprofene.  ECCIPIENTI: Amido di mais, sodio carbossimetilamido sodico, povidone, silice collo idale anidra, talco, idrossipropilcellulosa, gomma arabica, saccarosio , Macrogol 6000, magnesio carbonato leggero, titanio diossido.  INDICAZIONI: Dolori di varia origine e natura (mal di testa, mal di denti, nevralgi e, dolori osteo-articolari e muscolari, dolori mestruali); coadiuvante nel trattamento sintomatico degli stati febbrili e influenzali.  CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Non somministrare al di sotto dei 12 anni; gravidanza e allattamento; ipersensibilita' al principio attivo, ad altri antireumatici (acido ac etilsalicilico, ecc.) o ad uno qualsiasi degli eccipienti; ulcera gast roduodenale attiva o grave o altre gastropatie; storia di emorragia ga strointestinale o perforazione relativa a precedenti trattamenti attiv i o storia di emorragia/ulcera peptica ricorrente (due o piu' episodi distinti di dimostrata ulcerazione o sanguinamento); insufficienza epa tica o renale grave; severa insufficienza cardiaca.  POSOLOGIA: Adulti e adolescenti oltre i 12 anni: 1-2 compresse, 2-3 volte al gior no. Non superare la dose di 6 compresse al giorno. Nel caso l'uso del medicinale sia necessario per piu' di 3 giorni negli adolescenti, o ne l caso di peggioramento della sintomatologia, deve essere consultato i l medico. Non superare le dosi consigliate; in particolare i pazienti anziani dovrebbero attenersi ai dosaggi minimi sopraindicati. Assumere il prodotto a stomaco pieno.  CONSERVAZIONE: Questo medicinale non richiede alcuna temperatura particolare di conse rvazione.  AVVERTENZE: In pazienti asmatici il prodotto deve essere utilizzato con cautela. L 'uso del farmaco, e' sconsigliato nelle donne che intendano iniziare u na gravidanza. La somministrazione del medicinale dovrebbe essere sosp esa nelle donne che hanno problemi di fertilita' o che sono sottoposte a indagini sulla fertilita'. L'uso del prodotto deve essere evitato i n concomitanza di FANS, inclusi gli inibitori selettivi della COX-2. G li effetti indesiderati possono essere minimizzati con l'uso della piu ' bassa dose efficace per la piu' breve durata possibile di trattament o che occorre per controllare i sintomi. Effetti cardiovascolari e cer ebrovascolari: studi clinici e dati epidemiologici suggeriscono che l' uso di ibuprofene, specialmente ad alti dosaggi (2400 mg/die) e per tr attamenti di lunga durata, puo' essere associato ad un modesto aumento del rischio di eventi trombotici arteriosi (p.es. infarto del miocard io o ictus). In generale, gli studi epidemiologici non suggeriscono ch e basse dosi di ibuprofene (per es. <= 1200 mg/die) siano associate ad un aumento del rischio di infarto del miocardio. Negli adolescenti di sidratati esiste il rischio di alterazione della funzionalita' renale. I pazienti anziani hanno un aumento della frequenza di reazioni avver se ai FANS, specialmente emorragie e perforazioni gastrointestinali, c he possono essere fatali. Emorragia gastrointestinale, ulcerazione e p erforazione: durante il trattamento con tutti i FANS, in qualsiasi mom ento, con o senza sintomi di preavviso o precedente storia di gravi ev enti gastrointestinali, sono state riportate emorragia gastrointestina le, ulcerazione e perforazione, che possono essere fatali. Negli anzia ni e in pazienti con storia di ulcera, soprattutto se complicata da em orragia o perforazione, il rischio di emorragia gastrointestinale, ulc erazione o perforazione e' piu' alto con dosi aumentate di FANS. Quest i pazienti devono iniziare il trattamento con la piu' bassa dose dispo nibile. L'uso concomitante di agenti protettori (misoprostolo o inibit ori di pompa protonica) deve essere considerato per questi pazienti e anche per pazienti che assumono basse dosi di aspirina o altri farmaci che possono aumentare il rischio di eventi gastrointestinali. Pazient i con storia di tossicita' gastrointestinale, in particolare anziani, devono riferire qualsiasi sintomo gastrointestinale inusuale (soprattu tto emorragia gastrointestinale) in particolare nelle fasi iniziali de l trattamento. Controllare attentamente i pazienti che assumono farmac i concomitanti che potrebbero aumentare il rischio di ulcerazione o em orragia, come corticosteroidi orali, anticoagulanti come warfarin, ini bitori selettivi del reuptake della serotonina o agenti antiaggreganti come l'aspirina. Quando si verifica emorragia o ulcerazione gastroint estinale in pazienti che assumono il medicinale sospendere il trattame nto. I FANS devono essere somministrati con cautela nei pazienti con u na storia di malattia gastrointestinale (colite ulcerosa, morbo di Cro hn) poiche' tali condizioni possono essere esacerbate. Cautela e' rich iesta prima di iniziare il trattamento nei pazienti con anamnesi posit iva per ipertensione e/o insufficienza cardiaca poiche' in associazion e al trattamento con i FANS sono stati riscontrati ritenzione di liqui di, ipertensione ed edema. Gravi reazioni cutanee alcune delle quali f atali, includenti dermatite esfoliativa, sindrome di Stevens- Johnson e necrolisi tossica epidermica, sono state riportate molto raramente i n associazione con l'uso dei FANS. Nelle prime fasi della terapia i pa zienti sembrano essere a piu' alto rischio: l'insorgenza della reazion e si verifica nella maggior parte dei casi entro il primo mese di trat tamento. Il medicinale deve essere interrotto alla prima comparsa di r ash cutaneo, lesioni della mucosa o qualsiasi altro segno di ipersensi bilita'. Il prodotto contiene saccarosio.  INTERAZIONI: Sono da tenere presenti eventuali interazioni con gli anticoagulanti d i tipo cumarinico: i pazienti sottoposti a trattamento con tali farmac i debbono consultare il medico prima di assumere il prodotto. E' inolt re consigliabile ricorrere al consiglio del medico in caso di qualunqu e concomitante terapia prima della somministrazione del prodotto. Cort icosteroidi: aumento del rischio di ulcerazione o emorragia gastrointe stinale. Anticoagulanti: i FANS possono aumentare gli effetti degli an ticoagulanti, come il warfarin. Agenti antiaggreganti e inibitori sele ttivi del reuptake della serotonina (SSRIs): aumento del rischio di em orragia gastrointestinale. Diuretici, ACE inibitori e Antagonisti dell 'angiotensina II: i FANS possono ridurre l'effetto dei diuretici e di altri farmaci antiipertensivi. In alcuni pazienti con funzione renale compromessa (per esempio pazienti disidratati o pazienti anziani con f unzione renale compromessa) la co-somministrazione di un ACE inibitore o di un antagonista dell'angiotensina II e di agenti che inibiscono i l sistema della ciclo-ossigenasi puo' portare a un ulteriore deteriora mento della funzione renale, che comprende una possibile insufficienza renale acuta, generalmente reversibile. Queste interazioni devono ess ere considerate in pazienti che assumono il farmaco in concomitanza co n ACE inibitori o antagonisti dell'angiotensina II. Quindi, la combina zione deve essere somministrata con cautela, specialmente nei pazienti anziani. I pazienti devono essere adeguatamente idratati e deve esser e preso in considerazione il monitoraggio della funzione renale dopo l 'inizio della terapia concomitante. Dati sperimentali indicano che l'i buprofene puo' inibire gli effetti dell'acido acetilsalicilico a basse dosi sull'aggregazione piastrinica quando i farmaci sono somministrat i in concomitanza. Tuttavia, l'esiguita' dei dati e le incertezze rela tive alla loro applicazione alla situazione clinica non permettono di trarre delle conclusioni definitive per l'uso continuativo di ibuprofe ne; sembra che non vi siano effetti clinicamente rilevanti dall'uso oc casionale dell'ibuprofene.  EFFETTI INDESIDERATI: Effetti cutanei: talvolta si possono verificare eruzioni cutanee su ba se allergica (eritemi, prurito, orticaria). Reazioni bollose includent i: Sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi tossica epidermica (molto r aramente). Effetti gastrointestinali: gli eventi avversi piu' comuneme nte osservati sono di natura gastrointestinale. Possono verificarsi ul cere peptiche, perforazione o emorragia gastrointestinale, a volte fat ale, in particolare negli anziani. Dopo somministrazione del farmaco s ono stati riportati: senso di peso allo stomaco, nausea, vomito, diarr ea, flatulenza, costipazione, dispepsia, dolore addominale, melena, em atemesi, stomatiti ulcerative, esacerbazione di colite e morbo di Croh n. Meno frequentemente sono state osservate gastriti. Effetti cardiova scolari: in associazione al trattamento con i FANS sono stati riportat i edema, ipertensione e insufficienza cardiaca. Studi clinici e dati e pidemiologici suggeriscono che l'uso di ibuprofene (specialmente ad al ti dosaggi 2400 mg/die) e per trattamenti di lunga durata, puo' essere associato ad un modesto aumento del rischio di eventi trombotici arte riosi (p. es. infarto del miocardio o ictus). Tali fenomeni regredisco no rapidamente con la sospensione del trattamento.  GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: L'inibizione della sintesi di prostaglandine puo' interessare negativa mente la gravidanza e/o lo sviluppo embrio/fetale. Risultati di studi epidemiologici suggeriscono un aumentato rischio di aborto e di malfor mazione cardiaca e di gastroschisi dopo l'uso di un inibitore della si ntesi delle prostaglandine nelle prime fasi della gravidanza. E' stato ritenuto che il rischio aumenta con la dose e la durata della terapia . Negli animali, la somministrazione di inibitori della sintesi di pro staglandine ha mostrato di provocare un aumento della perdita di pre e post-impianto e di mortalita' embrione-fetale. Inoltre, un aumento d' incidenza di varie malformazioni, inclusa quella cardiovascolare, e' s tato riportato in animali a cui erano stati somministrati inibitori di sintesi delle prostaglandine, durante il periodo organogenetico. Dura nte il terzo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintes i di prostaglandine possono esporre: il feto a: tossicita' cardiopolmo nare (con chiusura prematura del dotto arterioso e ipertensione polmon are); disfunzione renale, che puo' progredire in insufficienza renale con oligo-idroamnios; la madre e il neonato, alla fine della gravidanz a, a: possibile prolungamento del tempo di sanguinamento, ed effetto a ntiaggregante che puo' occorrere anche a dosi molto basse; inibizione delle contrazioni uterine risultanti in ritardo o prolungamento del tr avaglio. 
Aggiungi al carrello
41 %

MISTER BABY ISOMAX SOLUZIONE FISIOLOGICA PER LA PULIZIA NASALE, OCULARE E PER AEROSOLTERAPIA

Dispositivo medico CE sterile, classe IIa. Utile per la detersione nasale, oculare e per aerosolterapia di neonati, bambini e adulti. Utilizzo nasale: nei bambini, la soluzione fisiologica facilita la pulizia del naso, spesso ostruito dal muco. Favorisce l’eliminazione delle secrezioni in eccesso. Negli adulti, grazie alla sua azione umidificante, allevia la sensazione di secchezza del naso. Utilizzo oculare: la soluzione fisiologica può essere utilizzata per l’igiene oculare dei neonati tramite instillazione. La soluzione fisiologica è indicata anche per l’igiene oculare dei bambini ed adulti tramite lavaggio, bagni oculari o applicazione di bende o cotone imbevute. Utilizzo per inalazione: la soluzione fisiologica è indicata per umidificare le vie respiratorie superiori ed inferiori. Questa soluzione può essere utilizzata con apparecchi per aerosol sia pneumatici che ad ultrasuoni. Può essere usato ogni qualvolta sia necessario, senza alcun rischio in caso di utilizzo prolungato. Modalità di utilizzo: Utilizzo nasale: introdurre il flaconcino monodose nella narice, tenendo la testa leggermente piegata, e premere delicatamente. Soffiarsi successivamente il naso. Utilizzo oftalmico: Instillare qualche goccia nell’occhio esercitando una minima pressione del flaconcino ed asciugare con una garza sterile. In caso di trattamenti con farmaci a somministrazione nasale od oculare, è necessario utilizzare la soluzione fisiologica prima della loro assunzione e non dopo. Utilizzo per inalazione: versare la soluzione nell’apparecchio attenendosi alle istruzioni riportate dal produttore dell’apparecchio per aerosol. Se ISOMAX viene utilizzato per diluire farmaci, attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate nel foglietto interno del medicinale. Avvertenze: La soluzione contenuta in ciascun flacone deve essere utilizzata subito dopo l’apertura; la fiala aperta, qualora non usata, deve essere eliminata. Non utilizzare lo stesso flacone monodose sia per l’igiene nasale che oculare. Non iniettabile. Conservazione: Conservare a temperatura ambiente. Componenti per 100 ml: Sodio cloruro 0,9 g; acqua per preparazioni iniettabili q.b. a 100 ml Formato: 20 flaconcini da 5 ml
Aggiungi al carrello