Vuoto / € 0,00
Il tuo carrello è vuoto

Filtra per

Prezzo

€ 0 / € 500

Sconto

  • Tutti
  • 5%
  • 10%
  • 15%
  • 20%
  • 25%
  • 30%
  • 35%
  • 40%
  • 45%
  • 50%
  • 55%
  • 60%
  • 65%
  • 70%
  • 75%
  • 12%
RESET FILTRI

Diritto di recesso entro 14 giorni
Spedizione gratis per ordini superiori a €50
Servizio Clienti e WhatsApp: 340.2256312
Pagamenti sicuri con decodificazione SSL
Spedizioni puntuali in 2-3 giorni lavorativi


20 %

TROFODERMIN - CREMA DERMATOLOGICA UTILE IN CASO DI ABRASIONI ED EROSIONI

Principi attivi: Clostebol acetato 500 mg; neomicina solfato 500 mg.  Eccipienti: Crema 500 mg/100 g + 500 mg/100 g: stearato di polietilenglicole; acid o stearico; paraffina liquida; lanolina; dimeticone; nipasept (metile para-idrossibenzoato, etile para-idrossibenzoato e propile para-idross ibenzoato); floranol; acqua depurata. Indicazioni: Abrasioni ed erosioni; lesioni ulcerative cutanee (ulcere da varici, p iaghe da decubito, ulcere traumatiche); ragadi del capezzolo, ragadi a nali; ustioni; ferite infette; ritardi di cicatrizzazione; radiodermit i; stati distrofici cutanei (secchezza, fissurazione, desquamazione).  Controindicazioni: Ipersensibilita' ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.  Posologia: Crema 500 mg/100 g + 500 mg/100 g: 1-2 applicazioni al giorno. Stender e uno strato sottile di crema sulla parte lesa ed eventualmente ricoprire la parte lesa con garza sterile. Effetti indesiderati: L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico puo' dare ori gine a fenomeni di sensibilizzazione. Inoltre, un'applicazione prolung ata per piu' settimane su vaste zone di tessuti lesi potrebbe dar luog o alla comparsa di effetti sistemici, quali l'ipertricosi dovuta ad un massivo assorbimento di clostebol. Gravidanza e allattamento: In gravidanza e durante l'allattamento il farmaco dovra' essere somministrato soltanto in caso di effettiva necessità.   
Aggiungi al carrello
20 %

MAG 2 FLACONCINI A BASE DI MAGNESIO PIDOLATO PER STATI CARENZIALI DI MAGNESIO

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Supplementi minerali.  PRINCIPI ATTIVI: Un flaconcino contiene: magnesio pidolato 1,500 g (corrispondenti a 12 2 mg di ione Mg++). Una bustina contiene: magnesio pidolato 2,250 g (c orrisponden a 184 mg di ione Mg++).  ECCIPIENTI: Soluzione orale: saccarosio, aroma d'arancia, metil-p-idrossibenzoato sodico, propil-p-idrossibenzoato sodico, acqua. Granulato per soluzion e orale: saccarina sodica, acido citrico monoidrato, saccarosio, aroma limone.  INDICAZIONI: Stati carenziali di magnesio.  CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipien ti. Grave insufficienza renale (clearance della creatinina inferiore a 30 ml/min). Da non somministrare nei soggetti sottoposti a terapia di gitalica.  POSOLOGIA: Solo per adulti: 3 flaconcini o 2 bustine di granulato al giorno. Nei bambini, la posologia potra' essere stabilita dal medico previamente c onsultato. Attenzione: usare solo per brevi periodi di trattamento  CONSERVAZIONE: Soluzione orale: conservare a temperatura non superiore a 25 gradi C. Granulato per soluzione orale: nessuna precauzione per la conservazion e  AVVERTENZE: In pazienti con insufficienza renale e' necessario ridurre la posologi a e monitorare la funzionalita' renale e la magnesemia. E' opportuno c onsiderare la possibilita' che in corso di trattamento si verifichi de pressione dell'attivita' cardiovascolare e respiratoria. Ogni flaconci no contiene 3,5 g di saccarosio. Ogni bustina contiene 2,985 g di sacc arosio. Se preso in accordo con la dose consigliata, l'assunzione gior naliera di saccarosio corrisponde a 10,5 g per i flaconcini e 5,97 per le bustine. I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intoller anza al fruttosio, malassorbimento di glucosio-galattosio, o deficit d i saccarasi-isomaltasi, non devono assumere qeusto medicinale. La solu zione orale contiene p-idrossibenzoati: possono causare reazioni aller giche (anche ritardate) e, eccezionalmente, broncospasmo.  INTERAZIONI: La somministrazione di magnesio per via orale puo' determinare un rido tto assorbimento delle tetracicline, pertanto e' raccomandabile di non somministrare il farmaco contemporaneamente a farmaci a base di tetra cicline, ma di mantenere almeno 3-4 ore di distanza fra le due sommini strazioni. I chinoloni devono essere somministrati almeno 2 ore prima o 6 ore dopo la somministrazione di prodotti a base di Magnesio per ev itare interferenze con il loro assorbimento. Nel caso di somministrazi one concomitante di prodotti a base di magnesio e colecalciferolo (vit amina D3) si consiglia il controllo della calcemia per evitare la poss ibile comparsa di ipercalcemia. Si sconsiglia l'uso concomitante di pr eparati contenenti sali di calcio o fosfato poiche' tali prodotti impe disono l'assorbimento del magnesio. L'assunzione contemporanea di prod otti a base di magnesio con farmaci deprimenti il Sistema Nevoso Centr ale puo' potenziare gli effetti sul SNC del magnesio e deve essere val utata attentamente.  EFFETTI INDESIDERATI: Rari disturbi digestivi, diarrea, dolori addominali. Sono stati segnal ati casi eccezionali di intolleranza individuale al magnesio, che poss ono essere trattati con antistaminici per via orale o parenterale.  GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: E' consigliabile che in gravidanza e allattamento l'assunzione del far maco avvenga sotto controllo medico e nei casi di effettiva necessita' . Il magnesio e' considerato compatibile con l'allattamento. 
Aggiungi al carrello
25 %

ONILAQ 5% SMALTO MEDICATO PER UNGHIE ANTIMICOTICO PER USO TOPICO

DENOMINAZIONE: ONILAQ 5% SMALTO MEDICATO PER UNGHIE  CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Antimicotici per uso topico.  PRINCIPI ATTIVI: 5% p/v (50 mg/ml) di amorolfina come amorolfina cloridrato.  ECCIPIENTI: Copolimero dell'acido metacrilico tipo A (EUDRAGIT RL100), triacetina, butile acetato, etile acetato, alcool etilico assoluto.  INDICAZIONI: Trattamento delle onicomicosi subungueali distali e laterali, di lieve entita' causate da dermatofiti, lieviti e muffe che coinvolgono non p iu' di due unghie del soggetto adulto.  CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipien ti.  POSOLOGIA: Applicare sulle unghie affette una volta alla settimana. Effettuare l' applicazione dello smalto osservando attentamente le seguenti raccoman dazioni: prima di iniziare il primo trattamento, pulire accuratamente le unghie. Eliminare eventuali strati di smalto precedentemente applic ato con un solvente per unghie; poi con una limetta per unghie, limare la superficie dell'unghia (in particolare la superficie dell'unghia a ffetta) il piu' accuratamente possibile. Prestare attenzione a non lim are l'area cutanea peri-ungueale. La superficie dell'unghia deve esser e pulita e sgrassata utilizzando uno dei tamponi detergenti (in dotazi one). Con uno degli applicatori in dotazione (riutilizzabili) applicar e lo smalto su tutta la superficie dell'unghia. Tra un'applicazione e l'altra pulire l'applicatore con il tampone detergente in dotazione, i n modo da evitare di contaminare la lacca ungueale. Non strofinare l'a pplicatore sul bordo del flacone stesso. L'applicatore deve essere acc uratamente pulita con un tampone detergente dopo ogni applicazione pri ma di procedere con il trattamento di un'altra unghia per evitare di c ontaminare lo smalto. Se lo smalto viene a contatto con la parte ester na del tappo pulire con un tampone detergente in dotazione per evitare il contatto con la cute. Tenere il flacone ben chiuso. Ripetere il pr ocedimento per ognuna delle unghie affette. Dopo ogni applicazione, e' importante lavare le mani. Se l'applicazione avviene sulle unghie del le mani, attendere che lo smalto sia completamento asciutto prima di p rocedere al lavaggio. Il trattamento deve essere continuato senza inte rruzioni fino a quando l'unghia si e' rigenerata. In generale occorron o 6 mesi di terapia per le unghie delle mani e 9 mesi per le unghie de i piedi (la durata dipende essenzialmente dall'intensita', dalla local izzazione e dall'estensione dell'infezione). Dopo un trattamento di 3 mesi senza risultati consultare il medico. Istruzioni speciali: le lim ette utilizzate per unghie malate non devono essere utilizzate per le unghie sane. Prima di ogni nuova applicazione, rimuovere ogni residuo di smalto, limare le unghie colpite se necessario e poi pulirle sempre con un tampone detergente.  CONSERVAZIONE: Tenere il flacone lontano da fonti di calore. Chiudere il flacone avvi tando a fondo dopo l'uso.  AVVERTENZE: Evitare ogni contatto con occhi, orecchie o mucose. La cura deve esser e stabilita dal medico nel caso di pazienti affetti da malattie vascol ari periferiche, diabete, malattie del sistema immunitario, come pure in pazienti con distrofia ungueale o unghie gravemente danneggiate (co n lesioni superiori a due terzi della lamina ungueale). In questi casi deve essere prevista una terapia sistemica. Pazienti con storia pregr essa di lesioni, condizioni cutanee quali psoriasi o altra condizione cronica della cute, edema, disturbi respiratori (Sindrome delle unghie gialle), unghie doloranti, unghie distorte/deformate o altri sintomi devono rivolgersi al medico prima di iniziare il trattamento. Durante il trattamento con amorolfina non devono essere utilizzati smalti cosm etici o unghie artificiali. In caso di utilizzo di solventi organici, e' bene indossare guanti impermeabili per non rimuovere lo strato di a morolfina smalto medicato per unghie. In assenza di dati clinici, l'us o non e' raccomandato in pazienti al di sotto dei 18 anni.  INTERAZIONI: I dati attualmente disponibili non evidenziano l'esistenza di interazi oni clinicamente rilevanti.  EFFETTI INDESIDERATI: Le reazioni avverse rilevate sono rare. Patologie della cute e del tes suto sottocutaneo. Raro (>= 1/10000, <1/1000): disturbi ungueali, deco lorazione dell'unghia, onicoclasia (rottura ungueale), onicoressi (fra gilita' ungueale); molto raro (< 1/10000): sensazione di bruciore cuta neo; non nota: eritema, prurito, dermatite da contatto, orticaria, ves ciche. Segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistem a nazionale di segnalazione.  GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: L'esperienza clinica relativa all'utilizzo di amorolfina durante la gr avidanza e/o l'allattamento e' limitata. Sono stati riportati solo poc hi casi di esposizione all'uso topico di amorolfina in donne in gravid anza durante il periodo post-autorizzativo, pertanto il rischio potenz iale non e' noto. Studi condotti in animali hanno mostrato una tossici ta' riproduttiva a dosi orali elevate; non e' noto se l'amorolfina e' escreta nel latte materno. L'amorolfina non deve essere usata durante la gravidanza e/o l'allattamento a meno che non sia chiaramente necess ario. 
Aggiungi al carrello
25 %

CORTIDRO: IDROCORTISONE ACETATO IN CREMA - PER PUNTURE D'INSETTI, USTIONI CIRCOSCRITTE, ERITEMI

DENOMINAZIONE: CORTIDRO 0,5% CREMA  CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Corticosteroidi, non associati.  PRINCIPI ATTIVI: Idrocortisone acetato.  ECCIPIENTI: Alcool cetostearilico, sodio laurilsolfato, olio di vaselina, vaselina filante, metile p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato, acqua d istillata.  INDICAZIONI: Il prodotto trova impiego in caso di punture d'insetti, pruriti, erite mi o ustioni circoscritte, eczemi.  CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipien ti elencati; l'uso dell'idrocortisone e' controindicato nel caso di af fezioni virali, batteriche o fungine.  POSOLOGIA: Per adulti e bambini di eta' superiore ai due anni: applicare sulla pa rte una minima quantita' di crema e frizionare leggermente allo scopo di facilitarne la penetrazione. L'applicazione puo' essere ripetuta du e o tre volte al di' per pochi giorni. Non superare la dose consigliat a.  CONSERVAZIONE: Non conservare a temperatura superiore ai 30 gradi C.  AVVERTENZE: La crema non trova impiego oftalmologico ne' va applicata nelle zone p erioculari. Evitare l'impiego nel trattamento del prurito vulvare se a ssociato a perdite vaginali. Evitare le applicazioni prolungate, in pa rticolare su ampie superfici. L'uso, specie se prolungato, dei prodott i di uso topico puo' dare origine a fenomeni di irritazione o sensibil izzazione. In tal caso e' necessario interrompere il trattamento e ist ituire una terapia idonea. Popolazione pediatrica: nei bambini al di s otto dei due anni, il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita'.  INTERAZIONI: E' necessario osservare cautela nell'associazione dei corticosteroidi con amfotericina B perche' possono sommare le loro azioni ipokalemizza nti. I corticosteroidi antagonizzano gli effetti degli anticoagulanti, pertanto si sconsiglia l'uso contemporaneo con gli stessi specialment e se derivati cumarinici. I barbiturici accelerano il metabolismo dei corticosteroidi per l'induzione enzimatica e riducono il loro effetto, si sconsiglia, pertanto, la loro associazione.  EFFETTI INDESIDERATI: Gli effetti indesiderati sistemici dei preparati corticosteroidei per uso topico sono estremamente improbabili per i bassi dosaggi impiegati : in caso di insorgenza, interrompere la terapia. La segnalazione dell e reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione de l medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continu o del rapporto beneficio/rischio del medicinale.  GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: Il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita'. 
Aggiungi al carrello
20 %

USTIOSAN CREMA PER FERITE SUPERFICIALI, ESCORIAZIONI, PUNTURE DI INSETTI, ERITEMI SOLARI ED USTIONI MINORI

DENOMINAZIONE: USTIOSAN CREMA  CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Antipruriginosi, inclusi antiistaminici, anestetici, ecc.  PRINCIPI ATTIVI: Procaina cloridato.  ECCIPIENTI: Acidi grassi poliglicolici (PEG-8 C12-18 alchilestere), gliceril stear ato, lanolina idrogenata, olio di avocado, glicerina, butilidrossianis olo, acqua distillata di hamamelis virginiana.  INDICAZIONI: Ustioni minori, eritemi solari, irritazioni cutanee da vari agenti chi mico-fisici, lesioni cutanee quali ferite superficiali, escoriazioni, punture di insetti.  CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' verso i componenti del prodotto.  POSOLOGIA: Applicare in strato uniforme 1-2 cm di crema sulla parte lesa 1-2 volt e al giorno, sovrapporvi, se necessario, una medicazione protettiva co n garza sterile e cerotto adesivo. Non superare le dosi consigliate.  CONSERVAZIONE: Questo medicinale non richiede alcuna speciale condizione di conservaz ione.  AVVERTENZE: Utilizzare su lesioni non estese e per brevi periodi di tempo. Dopo br eve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili, consultare il medico, cosi' come se insorge irritazione o persistano arrossamento, gonfiore o dolore. Evitare l'applicazione del medicamento in prossimit a' delle congiuntive oculari. Un elevato assorbimento di lidocaina e p rocaina puo' provocare reazioni anche gravi, in particolare in anziani e bambini. L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico p uo' dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso sospende re il trattamento e istituire, se necessario, una terapia idonea.  INTERAZIONI: In generale, e' da evitare l'impiego contemporaneo di antisettici nell a stessa sede.  EFFETTI INDESIDERATI: Alle dosi consigliate non sono segnalati effetti indesiderati.  GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: Usare solo in caso di effettiva necessita'. 
Aggiungi al carrello
20 %

MAALOX PLUS 30 CPR MASTICABILE UTILE IN CASO DI BRUCIORE DI STOMACO ASSOCIATO A GONFIORE E METEORISMO

DENOMINAZIONE: MAALOX PLUS  CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Antiacidi.  PRINCIPI ATTIVI: Magnesio idrossido 3,65 g; alluminio idrossido 3,25 g; dimeticone 0,50 g.  ECCIPIENTI: Sospensione orale 3,65% + 3,25% + 0,5%: metilcellulosa, metile paraidr ossibenzoato, propile paraidrossibenzoato, carmellosa, idrossipropilce llulosa, acido citrico, saccarina sodica, sorbitolo liquido non crista llizzabile, aroma di limone, aroma di crema svizzera, acqua depurata. Compresse masticabili 200 mg + 200 mg + 25 mg: amido di mais, acido ci trico, amido pregelatinizzato, glucosio, mannitolo, saccarosio, sorbit olo, sorbitolo liquido non cristallizzabile, talco, magnesio stearato, saccarina sodica, aroma di limone, aroma di crema svizzera, E 172.  INDICAZIONI: Coadiuvante nell'iperacidita' gastrica e nelle dispepsie da iperacidit a' anche in presenza di meteorismo; trattamento sintomatico dei brucio ri e dolori gastrici e nelle esofagiti; coadiuvante nella terapia dell 'ulcera gastroduodenale.  CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDARI: Ipersensibilita' ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipient i; pazienti affetti da porfiria; forme gravi di insufficienza renale ( clearance della creatinina inferiore a 30 mL/min); generalmente contro indicato in eta' pediatrica; stato di cachessia.  POSOLOGIA: Sospensione orale 3,65% + 3,25% + 0,5%: non superare le dosi massime i ndicate se non su prescrizione medica. Ingerire 2-4 cucchiaini o 1-2 b ustine di sospensione orale 4 volte al giorno, 20-60 minuti dopo i pas ti e prima di coricarsi. Modo di somministrazione: agitare bene prima dell'uso. Puo' essere diluito in acqua o latte. Compresse masticabili 200 mg + 200 mg + 25 mg: non superare le dosi massime indicate se non su prescrizione medica. 2-4 compresse 4 volte al di' ben masticate o s ucchiate, 20-60 minuti dopo i pasti e prima di coricarsi. Modo di somm inistrazione: le compresse devono essere ben masticate o succhiate. La loro assunzione puo' essere seguita da ingestione di acqua o latte. P opolazione pediatrica: non e' raccomandata la somministrazione del med icinale in eta' pediatrica.  CONSERVAZIONE: Sospensione orale: non conservare a temperatura inferiore ai 4 gradi C . Flacone: tenere il flacone ben chiuso. Compresse masticabili: conser vare a temperatura inferiore a 25 gradi C.  AVVERTENZE: L'alluminio idrossido puo' causare stitichezza e un sovradosaggio di s ali di magnesio puo' causare ipomotilita' dell'intestino; alte dosi di questo medicinale possono causare o aggravare l'ostruzione intestinal e e dell'ileo nei pazienti a piu' alto rischio, come quelli con compro missione renale, con stipsi di base, con alterazione della motilita' i ntestinale, in bambini (da 0 a 24 mesi), o anziani. L'alluminio idross ido non e' ben assorbito dal tratto gastrointestinale, e gli effetti s istemici sono quindi rari in pazienti con una normale funzionalita' re nale. Tuttavia, dosi eccessive o uso a lungo termine, o anche dosi nor mali in pazienti con diete povere di fosforo o in bambini (da 0 a 24 m esi), possono portare ad eliminazione del fosfato (a causa di un legam e alluminio-fosfato) accompagnata da un aumento del riassorbimento oss eo e ipercalciuria con rischio di osteomalacia. Si consiglia di un con sulto medico nel caso di un uso a lungo termine o in pazienti a rischi o di ipofosfatemia. Nei pazienti con compromissione renale i livelli p lasmatici di alluminio e magnesio tendono ad aumentare causando rispet tivamente iperalluminemia e ipermagnesiemia. In questi pazienti, lungh e esposizioni ad alte dosi di sali di alluminio e magnesio possono con durre a encefalopatie, demenza, anemia microcitica o al peggioramento di osteomalacia da dialisi. In presenza di forme lievi e moderate di i nsufficienza renale si consiglia di assumere il prodotto sotto il cont rollo del medico. In questi pazienti deve essere evitato l'uso prolung ato del medicinale. In questi pazienti deve essere evitato l'uso prolu ngato del medicinale. L'alluminio idrossido potrebbe non essere sicuro in pazienti affetti da porfiria sottoposti ad emodialisi. Il prodotto , per la sua composizione, non ha tendenza a modificare il comportamen to dell'alvo. Tuttavia, in alcuni soggetti particolarmente sensibili e per dosaggi elevati, e' possibile il verificarsi di un'accelerazione del transito intestinale. La sospensione orale 3,65% + 3,25% + 0,5%  c ontiene paraidrossibenzoati e sorbitolo. Le compresse masticabili 200 mg + 200 mg + 25 mg contengono sorbitolo, saccarosio e glucosio. Quest o medicinale contiene 0,5 g di glucosio per dose. Da tenere in conside razione in persone affette da diabete mellito.  INTERAZIONI: Poiche' i sali di Al e Mg riducono l'assorbimento gastroenterico delle tetracicline, si raccomanda di evitare l'assunzione del medicinale du rante la terapia tetraciclinica per via orale. L'uso di antiacidi cont enenti alluminio puo' ridurre l'assorbimento di farmaci come gli H2-an tagonisti, atenololo, cefdinir, cefpodoxime, clorochina, tetracicline, diflunisal, digoxina, bisfosfonati, etambutolo, fluorochinoloni, fluo ruro di sodio, glucocorticoidi, indometacina, isoniazide, ketoconazolo , levotiroxina, lincosamidi, metoprololo, neurolettici fenotiazinici, penicillamine, propranololo, rosuvastatina, sali di ferro. Polistirene sulfonato (Kayexalate): si raccomanda cautela quando il medicinale e' assunto insieme a polistirene sulfonato (Kayexalate) a causa del risc hio potenziale di ridotta efficacia della resina nel legare il potassi o, di alcalosi metabolica in pazienti con compromissione renale (segna lato con idrossido di alluminio e idrossido di magnesio), e di ostruzi one intestinale (segnalato con idrossido di alluminio). Idrossido di a lluminio e citrati possono provocare iperalluminemia, specialmente nei pazienti con compromissione renale. Lasciar trascorrere almeno due or e (4 per i fluorochinoloni), prima di assumere il medicinale per evita re l'interazione con gli altri farmaci. L'uso contemporaneo di chinidi na puo' determinare l'aumento dei livelli di chinidina nel siero e por tare a sovradosaggio di chinidina. L'utilizzo contemporaneo di allumin io idrossido e citrati puo' portare ad un aumento dei livelli di allum inio, particolarmente nei pazienti con insufficienza renale.  EFFETTI INDESIDERATI: La frequenza degli effetti indesiderati di seguito riportati e' defini ta utilizzando le seguenti convenzioni: comune (>=1/100, <1/10); non c omune (>=1/1.000, <1/100); raro (>=1/10.000, <1/1.000); molto raro (<1 /10.000); non nota. Disturbi del sistema immunitario. Non nota: angioe dema, reazioni anafilattiche,reazioni di ipersensibilita', orticaria, prurito. Disturbi gastrointestinali. Non comuni: diarrea o stipsi. Dis turbi del metabolismo e della nutrizione. Non nota: ipermagnesiemia, i peralluminemia, ipofosfatemia, durante l'uso prolungato o ad alte dosi o anche a dosi normali del medicinale in pazienti con diete povere di fosforo o in bambini (da 0 a 24 mesi), che puo' causare un aumento de l riassorbimento osseo, ipercalciuria, osteomalacia. La segnalazione d elle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio cont inuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.  GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: Il medicinale deve essere usato solo in caso di necessita', dopo aver valutato il beneficio atteso per la madre in rapporto al possibile ris chio per il feto o per il lattante. In seguito al limitato assorbiment o materno quando assunto secondo il regime posologico indicato, l'allu minio idrossido e le sue combinazioni con sali di magnesio sono consid erati compatibili con l'allattamento. 
Aggiungi al carrello