Spedizione gratis per ordini superiori a €50 (anzichè 5€)
Carrello 0
IT EN ES
0
CARRELLO
PROFILO

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

 YOUDERM PELLE PURA BODY  GEL DOCCIA PURIFICANTE E SEBOREGOLATORE -15%

MENARINI GROUP

YOUDERM PELLE PURA BODY GEL DOCCIA PURIFICANTE E SEBOREGOLATORE

€ 10,99 € 9,34

GEL DOCCIA PURIFICANTE E SEBOREGOLATORE PER TUTTI I TIPI DI PELLE ADATTO ANCHE PER LA PREVENZIONE DALLE MICOSI Gel doccia purificante e seboregolatore, adatto per la pelle di tutto il corpo perch a pH fisiologico 4.5. Grazie alla sua formulazione specifica, rimuove le impurità dell'epidermide senza alterarne l'equilibrio idrolipidico, lasciando la pelle idratata e protetta dalla proliferazione batterica e fungina. La sua azione al contempo efficace e delicata lo rende un prodotto ideale anche per lavaggi frequenti o quotidiani. Particolarmente adatto per la detersione del corpo per chi frequenta ambienti pubblici ed affollati, dopo l'attività sportiva in piscina o in palestra, per chi frequenta spogliatoi comuni e saune. Acido Salicilico Azione sebo regolatrice e di inibizione della proliferazione batterica. Acido Deidroacetico Assicura una protezione da funghi e spore. Pantenolo e Jaguar Excel Creano un film protettivo sulla cute in grado di ripristinare il corretto film idrolipidico. Tea Tree Oil Estratto naturale con importanti proprietà antisettiche e antimicotiche, attivo nei confronti di gram+, gram-, funghi e lieviti. Ossigeno Attivo Sono ol vegetali che rilasciano gradualmente ossigeno attivo, efficace nel controllare la proliferazione batterica e favorire il rinnovamento cutaneo. Estratti glicerici di Aloe, Elicriso e Timo Complesso di specie botaniche coadiuvanti per il trattamento delle micosi, grazie alle loro proprietà filmogene proteggono la pelle dalle aggressioni esterne chimiche e microbiologiche. Senza parabeni. Dermatologicamente testato con studi in vitro ed in vivo. Modalità d'uso Si applica sulla pelle bagnata con una spugna o direttamente con le mani, risciacquando poi con acqua tiepida. Componenti Aqua (water), sodium laureth sulfate, cocamidopropyl betaine, sodium chloride, melaleuca alternifolia (tea tree) oil, leaf oil, ozonized sunflower seed oil, thymus vulgaris (thyme) flower/ leaf extract, panthenol, helichrysum italicum flower extract, aloe barbadensis leaf juice, sodium salicylate, salicylic acid, glycerin, hydroxypropyl guar hydroxypropyltrimonium chloride, sodium benzoate, sodium dehydroacetate, parfum (fragrance), disodium cocoamphodiacetate, polysorbate 20, citric acid, ci 42090 (blue 1), ci 19140 (yellow 5), potassium sorbate, benzyl alcohol. Formato Flacone da 250 ml.  

 SAUGELLA DERMOLIQUIDO  DETERGENTE PER L'IGIENE INTIMA ESTERNA QUOTIDIANA pH 3,5 A BASE DI SALVIA OFFICINALIS -20%

ROTTAPHARM

SAUGELLA DERMOLIQUIDO DETERGENTE PER L'IGIENE INTIMA ESTERNA QUOTIDIANA pH 3,5 A BASE DI SALVIA OFFICINALIS

€ 6,90 € 5,52

DETERGENTE PER L'IGIENE INTIMA A BASE DI SALVIA PER USO QUOTIDIANO A PH 3,5 Prodotto per l'igiene intima esterna quotidiana, a base di estratto idroglicolico di salvia, acido -chetoglutarico (Ketoglutaric Acid), siero di latte deproteinizzato (Lac) e una componente lipidica (PEG-2 Stearate, Hydrogenated Coconut Oil, Glycol Stearate, Cholesterol). Emulsione detergente, bianco-lattescente dal delicato profumo di mughetto, l'uso quotidiano di saugella dermoliquido previene alterazioni dell'ecosistema vaginale, in particolare l'insorgenza di infezioni batteriche o micosi, rispettando la vitalità del Lattobacillo di D derlein e, di conseguenza, contribuendo a mantenere l'acidità fisiologica. Ha un'efficace azione decongestionante e tonificante e garantisce un fresco benessere. Il prodotto è tamponato a pH 3,5 e il pH del prodotto a contatto con l'acqua è di 4 - 4,5: rispetta e mantiene il pH fisiologico della donna in età fertile. Non contiene parabeni. Estratto idroglicolico di Salvia (Salvia officinalis Extract) L'estratto idroglicolico di salvia contiene principi attivi quali salviolo, pricosalvina e pinene, responsabili dell'attività antibatterica, antimicotica, antiossidante sui radicali liberi, e antivirale. Possiede inoltre un'azione sul tono vasale arteriolare e capillare. Acido -Chetoglutarico (Ketoglutaric Acid) Ha azione bloccante i radicali amminici (ammoniaca e urea), quindi ha azione deodorante e antiossidante. Siero di latte deproteinizzato (Lac) Ottenuto dalla nebulizzazione del siero di latte deproteinizzato e pastorizzato. Esercita un potere tampone che permette una acidità prolungata. Componente lipidica (PEG-2 Stearate, Hydrogenated Coconut Oil, Glycol Stearate, Cholesterol) Riproduce sulla pelle o sulle mucose un finissimo mantello lipidico con potere emolliente, neutralizza l'azione essiccante del detergente. anionico e dell'acidità del prodotto. Occasioni di impiego: - igiene intima quotidiana, - toeletta quotidiana del neonato per correggere la durezza dell'acqua, - nella detersione del corpo. Modalità d'impiego: - per igiene intima: diluire 2 - 4 cucchiai di prodotto per ogni litro d'acqua. - Per il bagno: diluire 4 - 5 cucchiai di prodotto nell'acqua. - Per la doccia: usare come un sapone liquido. Conservazione: Conservare in luogo fresco con tappo chiuso. Periodo di conservazione dopo la prima apertura: 12 mesi. Componenti: Aqua, tea lauryl sulfate, ammonium lauryl sulfate, PEG-2 stearate, lac, hydroxyethylcellulose, hydrogenated coconut oil, lactic acid, glycol stearate, salvia officinalis extract, sodium dehydroacetate, ketoglutaric acid, cholesterol, propylene glycol, profumo, citronellol, hexyl cinnamal. Formato: Flacone HDPE da 250 ml, 500 ml o 750 ml  

GYNOCANESTEN CREMA VAGINALE  A BASE DI CLOTRIMAZOLO -20%

BAYER SPA

GYNOCANESTEN CREMA VAGINALE A BASE DI CLOTRIMAZOLO

€ 11,00 € 8,80

​​​​​​​ ​​​​​​​Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Gyno-Canesten 2% crema vaginale clotrimazolo Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei. Usi questo medicinale sempre come esattamente descritto in questo foglio o come il medico o il farmacista le ha detto di fare. - Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo. - Se desidera maggiori informazioni o consigli, si rivolga al farmacista. - Se si manifesta uno qualsiasi degli effetti indesiderati, tra cui effetti non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4. - Si rivolga al medico se non nota miglioramenti o se nota un peggioramento dei sintomi dopo 7 giorni. Contenuto di questo foglio: 1. Che cos’è Gyno-Canesten e a cosa serve 2. Cosa deve sapere prima di usare Gyno-Canesten 3. Come usare Gyno-Canesten 4. Possibili effetti indesiderati 5. Come conservare Gyno-Canesten 6. Contenuto della confezione e altre informazioni 1. Che cos’è Gyno-Canesten e a cosa serve Gyno-Canesten contiene clotrimazolo, che è un antimicotico (antifungino) per uso ginecologico, cioè è in grado di inibire la crescita di organismi quali funghi e lieviti. Gyno-Canesten crema vaginale si usa per il trattamento di sintomi localizzati conseguenti ad infezioni vulvovaginali sostenute da candida precedentemente diagnosticati dal medico. Tali sintomi comprendono prurito, leucorrea (perdite vaginali biancastre), arrossamento e sensazione di gonfiore della mucosa vaginale, bruciore al passaggio dell’urina. Il prodotto è destinato all’impiego da parte di adulti e adolescenti sopra i 12 anni. Si rivolga al medico se non si sente meglio o se si sente peggio dopo 7 giorni di trattamento 2. Cosa deve sapere prima di usare Gyno-Canesten Non usi Gyno-Canesten - se è allergico al clotrimazolo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6). Avvertenze e precauzioni Si rivolga al medico o al farmacista prima di usare Gyno-Canesten se: - ha già sofferto in passato di questi disturbi (recidive di micosi) - ha febbre (38°C o più), dolore al basso ventre, mal di schiena, perdite vaginali maleodoranti, nausea, sanguinamento vaginale e/o dolore alle spalle. L’uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso cutaneo (sulla pelle), può causare fenomeni di sensibilizzazione; in tal caso interrompa il trattamento e consulti il medico o il farmacista. Eviti il contatto con gli occhi. Non ingerisca. Durante l’uso di questo medicinale eviti i rapporti vaginali, perché l’infezione potrebbe essere trasmessa al partner. Gyno-Canesten crema può ridurre l’efficacia e la sicurezza dei prodotti a base di lattice, come preservativi e diaframmi, quando applicata nell’area genitale (donne: labbra e aree adiacenti alla vulva; uomini: prepuzio e glande del pene). L’effetto è temporaneo e si verifica solo durante il trattamento (vedere anche “Come usare Gyno-Canesten”). Altri medicinali e Gyno-Canesten Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale. Informi il medico in particolare se è in trattamento con sirolimus o tacrolimus orale (usati per prevenire il rigetto di trapianti d’organo) in quanto Gyno-Canesten può aumentare i livelli di sirolimus e tacrolimus nel sangue. In questo caso, il suo medico monitorerà attentamente la sua condizione. Gravidanza e allattamento Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno, chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare questo medicinale. Gravidanza I dati sull’uso del clotrimazolo in gravidanza sono limitati. Come misura precauzionale, eviti l’uso di Gyno-Canesten nel primo trimestre di gravidanza. Durante la gravidanza usi Gyno-Canesten compresse vaginali, dal momento che possono essere utilizzate senza l’applicatore (vedere “Come usare Gyno-Canesten”). Allattamento Interrompa l’allattamento al seno durante il trattamento con Gyno-Canesten, in quanto il medicinale potrebbe passare nel latte materno. Guida di veicoli e utilizzo di macchinari Il medicinale non altera o altera in modo trascurabile la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari o la sua influenza è trascurabile. Gyno-Canesten crema contiene alcol cetostearilico Può causare reazioni cutanee locali (ad esempio dermatite da contatto). 3. Come usare Gyno-Canesten Usi questo medicinale seguendo sempre esattamente quanto riportato in questo foglio o le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista. Salvo diversa prescrizione medica, usi Gyno-Canesten crema giornalmente, e cioè alla sera, per 3 giorni consecutivi, introducendo il contenuto di un applicatore (5 g circa) profondamente in vagina. Se necessario può effettuare un secondo trattamento di 3 giorni. Se il medico le ha detto che lei ha una vulvite o balanite da Candida, continui il trattamento per 1-2 settimane. Allo scopo di evitare una reinfezione, in particolare in presenza di vulvite o balanite da Candida, il partner deve essere contemporaneamente trattato localmente (glande e prepuzio). In caso di necessità può ripetere il trattamento. Tuttavia infezioni ricorrenti possono indicare una patologia di base. Se i sintomi si ripresentano entro due mesi, consulti il medico. Attenzione: non superare le dosi indicate senza il consiglio del medico. Non usi tamponi, lavande vaginali, spermicidi o altri prodotti vaginali durante l’impiego di Gyno-Canesten. Durante l’uso di questo medicinale eviti i rapporti vaginali, perché l’infezione potrebbe essere trasmessa al partner e l’efficacia e la sicurezza dei prodotti a base di lattice, come preservativi e diaframmi, può essere ridotta (vedere anche “Avvertenze e precauzioni”). Durante la gravidanza usi Gyno-Canesten compresse vaginali, perché vengono inserite senza applicatore (vedere anche “Gravidanza e allattamento”). Questo medicinale è destinato all’impiego da parte di adulti e adolescenti sopra i 12 anni. Durata del trattamento Il trattamento dovrebbe essere opportunamente iniziato e concluso nel periodo intermestruale. Consulti il medico se il disturbo si presenta ripetutamente o se nota un qualsiasi cambiamento recente delle sue caratteristiche. Se i sintomi persistono per più di 7 giorni, consulti il medico. Assuma la posizione supina (distesa con la pancia verso l’alto), a gambe lievemente piegate. Introduca l’applicatore profondamente in vagina. Modalita’ d’uso 1. Innanzitutto estragga il pistone dall’applicatore monouso fino al suo arresto. 2. Apra il tubo. Inserisca l’applicatore monouso in quest’ultimo e lo tenga ben premuto. Riempia l’applicatore esercitando una cauta pressione sul tubo. 3. Sfili l’applicatore monouso, introduca lo stesso il più profondamente possibile in vagina (è consigliabile stare sdraiate) e lo svuoti mediante regolare e continua pressione sul pistone. 4. Estragga l’applicatore e quindi lo getti. Inoltre, si consiglia l’applicazione di Gyno-Canesten crema esternamente sulla zona perineale, sino alla regione anale. Applichi in loco la crema in strato sottile 2-3 volte al giorno e la faccia penetrare con lieve massaggio. L’applicatore va usato una sola volta e quindi gettato, al fine di evitare possibili reinfezioni. Note di educazione sanitaria È importante che lei segua alcune norme igieniche personali con finalità di prevenzione: - eviti l'uso di indumenti troppo stretti; - eviti l'uso di biancheria intima di nylon o comunque di fibra sintetica: utilizzi preferibilmente indumenti di cotone o di fibre naturali; - eviti l'utilizzo di saponi per l'igiene intima a pH alcalino: si consiglia l'uso di detergenti a pH acido (pH 5) per rispettare la normale acidità dell'ambiente vaginale; - eviti l'utilizzo di lavande vaginali che possono alterare l'ambiente vaginale e quindi favorire l'attecchimento delle infezioni; - se utilizza assorbenti interni, li cambi frequentemente e ne eviti l'uso durante la notte; è comunque preferibile l’utilizzo di assorbenti igienici esterni. Se usa più Gyno-Canesten di quanto deve Non si prevede alcun rischio di intossicazione acuta dal momento che è poco probabile che la stessa si verifichi dopo singola applicazione vaginale o cutanea di una dose eccessiva (applicazione su un’area estesa in condizioni favorevoli all’assorbimento) o per involontaria assunzione orale. Non esiste un antidoto specifico. In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di Gyno-Canesten, avverta immediatamente il medico o si rivolga al più vicino ospedale. Se dimentica di usare Gyno-Canesten Continui il trattamento come da dosaggio consigliato. Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di Gyno-Canesten, si rivolga al medico o al farmacista. 4. Possibili effetti indesiderati Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino. Con Gyno-Canesten sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati, la cui frequenza non è nota: Disturbi del sistema immunitario: reazione allergica, che può manifestarsi con perdita di coscienza transitoria (sincope), bassa pressione del sangue (ipotensione), difficoltà a respirare (dispnea), orticaria. Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella: desquamazione dell’area genitale, prurito, eruzione cutanea, gonfiore causato dall’accumulo di liquidi (edema), arrossamento della pelle (eritema), fastidio, bruciore, irritazione, dolore pelvico, sanguinamento vaginale. Patologie gastrointestinali: dolore addominale. Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati. Segnalazione degli effetti indesiderati Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale. 5. Come conservare Gyno-Canesten Tenere questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese. La data di scadenza si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. Non utilizzi Gyno-Canesten 2% crema dopo 3 mesi dalla prima apertura. Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente. È importante avere sempre a disposizione le informazioni sul medicinale, pertanto conservi sia la scatola che il foglio illustrativo. 6. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Gyno-Canesten - Il principio attivo è clotrimazolo. 5 g di crema vaginale contengono 100 mg di clotrimazolo. - Gli altri componenti sono: sorbitano monostearato, polisorbato 60, cetil palmitato, alcol cetostearilico, ottildodecanolo, alcol benzilico, acqua depurata. Descrizione dell’aspetto di Gyno-Canesten e contenuto della confezione Gyno-Canesten si presenta in forma di crema vaginale per uso ginecologico. Il contenuto della confezione è di 30 g con 6 applicatori monouso. Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio e produttore Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio Bayer Spa – Viale Certosa 130 – Milano ProduttoreKern Pharma SL – Barcellona - Spagna.

ONILAQ 5% SMALTO MEDICATO PER UNGHIE A BASE DI AMOROLFINA -20%

 

ONILAQ 5% SMALTO MEDICATO PER UNGHIE A BASE DI AMOROLFINA

€ 35,90 € 28,80

​​​​​​​Foglio Illustrativo: informazioni per l’utilizzatore ONILAQ 5% smalto medicato per unghie Amorolfina Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei. Usi questo medicinale sempre come esattamente descritto in questo foglio o come il medico o il farmacista le ha detto di fare. - Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo. - Se desidera maggiori informazioni o consigli, si rivolga al farmacista. Se si manifesta uno qualsiasi degli effetti indesiderati, tra cui effetti non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4. - Si rivolga al medico se non nota miglioramenti o se nota un peggioramento dei sintomi dopo 3 mesi. Contenuto di questo foglio: - 1. Che cos’è ONILAQ 5% smalto medicato per unghie e a che cosa serve - 2. Cosa deve sapere prima di usare ONILAQ 5% smalto medicato per unghie - 3. Come usare ONILAQ 5% smalto medicato per unghie - 4. Possibili effetti indesiderati - 5. Come conservare ONILAQ 5% smalto medicato per unghie - 6. Contenuto della confezione e altre informazioni 1. Che cos’è Onilaq 5% smalto medicato per unghie e a cosa serve Classe Farmacoterapeutica ONILAQ 5% smalto medicato per unghie è un antimicotico (medicinale utilizzato per il trattamento di infezioni causate da microscopici funghi). Indicazioni terapeutiche ONILAQ 5% si usa per il trattamento delle micosi delle unghie (infezioni causate da funghi) nell’adulto che coinvolgono non più di 2 unghie. Generalmente una micosi determina la decolorazione dell’unghia (bianca, gialla o marrone) ed un ispessimento, anche se l’aspetto può variare considerevolmente. Se l’infezione è limitata alla parte superiore dell’unghia come evidenziato nella foto n. 1 di seguito riportata, seguire le indicazioni del farmacista. Se l’infezione assomiglia più alla foto n. 2 o 3, consultare il medico.2. Cosa deve sapere prima di usare Onilaq 5% smalto medicato per unghie ControindicazioniNon usi ONILAQ: O se è allergico (ipersensibile) al principio attivo (amorolfina) o ad uno qualsiasi degli altri componenti di ONILAQ. O se ha meno di 18 anni. Appropriate precauzioni per l’uso: avvertenze speciali Avvertenze e precauzioni: • Evitare il contatto con occhi, orecchie o mucose. • Consulti il medico: o se soffre di diabete, o se è in trattamento per disturbi del sistema immunitario (disturbo che riduce le difese corporee), o se soffre di problemi circolatori alle mani e ai piedi o se ha una storia pregressa di lesione dell’unghia, condizioni cutanee quali psoriasi,o altra condizione cronica della cute, gonfiore, unghie gialle associate a disturbi respiratori, unghie doloranti, unghie distorte/deformate o qualsiasi altro disturbo nella zona ungueale. o se l’unghia è gravemente danneggiata (con lesioni superiori a due terzi della lamina ungueale) o infetta. In questi casi il medico potrebbe prescrivere una terapia orale in associazione allo smalto medicato per unghie. • Durante il trattamento con amorolfina l’uso di smalti cosmetici o unghie artificiali deve essere evitato. In caso di utilizzo di solventi organici è bene indossare guanti impermeabili per non rimuovere lo strato di amorolfina smalto medicato per unghie. • Questo prodotto contiene etanolo (alcol). Utilizzare il prodotto troppo spesso o applicarlo in modo improprio può dare luogo a irritazione o secchezza della cute circostante. • Tutti i medicinali possono causare reazioni allergiche; anche se la maggior parte sono di lieve entità, alcune possono essere gravi. In questo caso interrompa l'applicazione del prodotto, rimuova immediatamente il prodotto con un solvente per le unghie o con i tamponi detergenti forniti nella confezione e consulti un medico. Il prodotto non deve essere riapplicato. Se si presenta uno qualsiasi dei seguenti sintomi si rivolga urgentemente al medico: - ha difficoltà a respirare - il suo volto, le labbra, la lingua o la gola si gonfiano - la sua pelle manifesta un’eruzione cutanea grave Interazioni con altri medicinali Altri medicinali e ONILAQ: Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto, o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale. Interazione con alimenti o bevande Non pertinente Cosa fare durante la gravidanza, l’allattamento e la fertilità Gravidanza, allattamento e fertilità L’esperienza clinica relativa all’utilizzo di amorolfina durante la gravidanza e/o l’allattamento è limitata. L’amorolfina non deve essere usata durante la gravidanza e/o l’allattamento a meno che non sia chiaramente necessario. Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza o se sta allattando con latte materno, chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare questo medicinale.Effetti sulla capacità di guida di veicoli o utilizzo di macchinari Non pertinente. Lista degli eccipienti con effetti noti Non pertinente. 3. Come usare Onilaq 5% smalto medicato per unghie Istruzioni per un uso corretto Prima di iniziare il trattamento Riporti sul diagramma sottostante la porzione di unghia colpita dall’infezione. Questo aiuterà a ricordare, in fase di controllo, come si presentava l’unghia prima dell’inizio della terapia. Ogni 3 mesi, riporti sul diagramma come appare l’area affetta fino a quando l’unghia malata è ricresciuta completamente. Se le unghie interessate dall’infezione sono due, prenda come riferimento quella maggiormente danneggiata. Porti con sé questo foglio illustrativo per il consulto con il medico o il farmacista.Dosaggio, modalità di somministrazione e/o via, frequenza e durata del trattamento Posologia LE UNGHIE DEVONO ESSERE TRATTATE UNA VOLTA ALLA SETTIMANA. Il trattamento deve proseguire fino a quando l’unghia sana è ricresciuta, in genere occorrono circa 6 mesi di terapia per le unghie delle mani e da 9 a 12 mesi per le unghie dei piedi. Le unghie crescono lentamente, pertanto potrebbero volerci dai 2 ai 3 mesi prima di notare un miglioramento. E’ importante proseguire il trattamento con lo smalto medicato fino alla completa risoluzione dell’infezione e alla completa rigenerazione dell’unghia. Ad ogni modo, se non osserva miglioramenti dopo 3 mesi deve consultare il medico. Modo di somministrazione I seguenti passaggi devono essere seguiti rigorosamente per ogni unghia da trattare. 1. Preparare l’unghia Eliminare eventuale smalto per unghie precedentemente applicato con un comune solvente per smalto. Con una limetta per unghie, limare l’intera superficie dell’unghia, in particolare l’area infetta. ATTENZIONE: al fine di evitare la diffusione dell’infezione, non utilizzi la stessa limetta per limare le unghie sane. Si assicuri che nessuno utilizzi le sue limette. 2. Pulire l’unghia Utilizzare uno dei tamponi detergenti in dotazione nella confezione per pulire l’unghia. Conservi il tampone detergente perchè successivamente le servirà per pulire l’applicatore. 3. Trattare l’unghia Immergere l’applicatore nel flacone dello smalto. Lo smalto non deve essere strofinato sul bordo del flacone. Applicare lo smalto in modo uniforme su tutta la superficie dell’unghia. Lasciare asciugare per circa 3 minuti. Ripeta il procedimento sopra descritto per ognuna delle unghie infette. La volta successiva, prima di fare uso di questo medicinale, elimini eventuali strati di smalto precedentemente applicati sull’unghia e la limi nuovamente . Pulisca l’unghia con il tampone detergente e riapplichi lo smalto medicato come indicato sopra. Dopo ogni applicazione di ONILAQ: • L’applicatore deve essere pulito con cura utilizzando il tampone detergente in dotazione per evitare di contaminare altre unghie. Utilizzi lo stesso tampone usato per pulire l’unghia. Non tocchi le unghie trattate con il tampone detergente.• Rimuova con un tampone detergente lo smalto che può essere rimasto sulla parte esterna del tappo. • Richiuda il flacone avvitandolo a fondo. • Elimini il tampone detergente facendo attenzione in quanto è infiammabile. • Lavi accuratamente le mani. Tuttavia, se lo smalto viene applicato sulle unghie delle mani, attenda fino a che sia completamente asciutto prima del lavaggio. Avvertenze • Non utilizzi unghie artificiali durante tutto il periodo di trattamento. • Attenda fino a che lo smalto sia asciutto prima di procedere al lavaggio di mani o piedi. Quando lo smalto è asciutto, è resistente a sapone ed acqua: pertanto le mani e i piedi possono essere lavati come d’abitudine. Durata del trattamento E’ importante proseguire il trattamento con lo smalto medicato fino alla completa risoluzione dell’infezione e alla completa rigenerazione dell’unghia. In genere occorrono circa 6 mesi di terapia per le unghie delle mani e da 9 a 12 mesi per le unghie dei piedi. Lei vedrà l’unghia sana ricrescere con il ridursi dell’unghia malata.Se non osserva miglioramenti dopo 3 mesi deve consultare il medico. IMPORTANTE • Se ONILAQ, 5% smalto medicato per unghie entra in contatto con occhi o orecchie, risciacqui immediatamente con acqua, e contatti subito il medico, il farmacista o si rivolga al più vicino ospedale. • Eviti il contatto con le mucose (es. bocca o narici). Non inali lo smalto. • Se lei o chiunque altro ingerisce accidentalmente lo smalto contatti immediatamente il medico, il farmacista o si rivolga al più vicino ospedale. Sintomi e istruzioni in caso di sovradosaggio Non pertinente. Indicazioni se dimentica una o più applicazioni Non pertinente.Se interrompe il trattamento Non pertinente. 4. Possibili effetti indesiderati Descrizione degli effetti indesiderati Come tutti i medicinali, ONILAQ 5% smalto medicato per unghie può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino. Le reazioni al medicinale sono rare. Sono state segnalate alcune anormalità ungueali (decolorazione dell’unghia, unghia fragile o sgretolabile), sensazione di bruciore cutaneo, rossore, prurito, orticaria, vesciche e reazioni allergiche della cute. Tuttavia, queste reazioni possono essere direttamente correlate all’infezione ungueale. Raro: può interessare fino a 1 su 1000 persone Danneggiamento dell’unghia, decolorazione dell’unghia, unghie fragili o sgretolabili. Molto raro: può interessare fino a 1 su 10.000 persone Sensazione di bruciore cutaneo. Non nota: la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili Reazione allergica sistemica (una reazione allergica grave che può essere associata a gonfiore del viso, delle labbra, della lingua o della gola, difficoltà a respirare e/o un’eruzione cutanea grave). Rossore, prurito, orticaria, vesciche e reazioni allergiche della cute. Segnalazione degli effetti indesiderati Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo http://www.aifa.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione-avversa. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale 5. Come conservare Onilaq 5% smalto medicato per unghie Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Scadenza: Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla scatola e sul flacone dopo Scadenza. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese. Periodo di validità dopo la prima apertura: 6 mesi Modalità di conservazione: Tenere il medicinale lontano da fonti di calore. Chiudere il flacone avvitando il tappo a fondo dopo ogni applicazione. Avvertenze relative a segni visibili di deterioramento Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.6. Contenuto della confezione e altre informazioni Lista completa dei principi attivi e degli eccipienti Cosa contiene ONILAQ: Il principio attivo è: amorolfina ONILAQ smalto medicato per unghie contiene 50 mg/ml (5% p/v) del principio attivo amorolfina (come amorolfina cloridrato) Gli eccipienti sono: copolimero dell'acido metacrilico (EUDRAGIT RL100), triacetina, butile acetato, etile acetato e alcool etilico assoluto. Forma farmaceutica e contenuto Descrizione dell’aspetto di Onilaq e contenuto della confezione La confezione contiene 1 flacone da 1,25 ml o da 2,5 ml di smalto medicato per unghie con un applicatore integrato nel tappo o applicatori separati, tamponi detergenti e limette per unghie. Nome e indirizzo del titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio e responsabile del rilascio lotti se non sono la stessa società Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio Galderma Italia S.p.A. Via dell’Annunciata, 21 Milano Produttore Laboratoires Galderma ZI - Montdésir 74540 Alby Sur Chéran France Denominazione negli altri stati Questo medicinale è autorizzato negli Stati Membri dello Spazio Economico Europeo con le seguenti denominazioni : Francia: LOCERYLPRO Irlanda: CURANAIL Italia: ONILAQ  RACCOMANDAZIONI E SUGGERIMENTI PER IL TRATTAMENTO Micosi dell’unghia (onicomicosi): quali sono i fattori di rischio? Unghie del piede: • Traumi ripetuti di lieve entità alle unghie o ai piedi, dita dei piedi posizionate in modo scorretto, • Indossare scarpe strette e/o scarpe in plastica o calze in materiale sintetico, che favoriscono il formarsi di umidità,• Professioni che richiedono l’utilizzo di stivali o scarpe antinfortunistiche dal momento che possono aumentare la sudorazione, • Sport che hanno come conseguenza un impatto sui piedi come judo o corsa e quelli praticati a piedi nudi come nuoto. Unghie delle mani: • Verificare la presenza di un’infezione fungina del piede (nota come dermatofitosi) • Contatti frequenti con acqua (che possono determinare un tipo di micosi nota come candidosi). • Trauma o irritazione dell’unghia attraverso: o traumi ripetuti di lieve entità (giardinaggio…) o utilizzo di detergenti (detersivi in polvere o liquidi o altri prodotti aggressivi), o esposizioni dovute all’attività professionale (parrucchiere, estetiste, podologi). Micosi dell’unghia (onicomicosi): come prevenire ed evitare il contagio? • Disinfettare scarpe e calze. Se necessario chiedere consiglio al farmacista. • Trattare tutte le infezioni della pelle tra le dita e dei piedi (compresa la pianta) il prima possibile. • Utilizzare una salvietta personale per evitare di contagiare altre persone. • Asciugare la zona tra le dita del piede con cura dopo la doccia o il bagno, per evitare di contagiare altre unghie o altre zone cutanee. Micosi dell’unghia (onicomicosi): perché è importante seguire attentamente il trattamento? Perché sia efficace, il trattamento deve essere applicato per tutto il periodo previsto, senza interruzione, fino a completa rigenerazione dell’unghia. NON SCORAGGIATEVI! • Il trattamento può richiedere 6 mesi per le unghie delle mani e da 9 a 12 mesi per le unghie dei piedi. • Tutti i trattamenti hanno una lunga durata: per essere efficace il trattamento deve proseguire fino alla rigenerazione completa dell’unghia.  ​​​​​​​

MECLON - LAVANDA VAGINALE ANTISETTICA A BASE DI CLOTRIMAZOLO E METRONIDAZOLO -15%

ALFA WASSERMANN

MECLON - LAVANDA VAGINALE ANTISETTICA A BASE DI CLOTRIMAZOLO E METRONIDAZOLO

€ 14,80 € 12,55

​​​​​​​Foglio illustrativo: informazioni per il paziente MECLON “200 mg/10 ml + 1 g/130 ml soluzione vaginale” Clotrimazolo, Metronidazolo Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei. Usi questo medicinale sempre come esattamente descritto in questo foglio o come il medico o il farmacista le ha detto di fare. - Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo. - Se desidera maggiori informazioni o consigli, si rivolga al farmacista. - Se si manifesta uno qualsiasi degli effetti indesiderati, inclusi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4. - Si rivolga al medico se non nota miglioramenti o se nota un peggioramento dei sintomi dopo breve periodo di trattamento. Contenuto di questo foglio 1. Che cos’è Meclon e a cosa serve 2. Cosa deve sapere prima di usare Meclon 3. Come usare Meclon 4. Possibili effetti indesiderati 5. Come conservare Meclon 6. Contenuto della confezione e altre informazioni 1. Che cos’è Meclon e a cosa serve Meclon contiene clotrimazolo e metronidazolo, principi attivi che appartengono alla classe di farmaci detti antinfettivi ed antisettici ginecologici. Meclon viene utilizzato come coadiuvante per il trattamento delle infezioni dell'apparato genitale femminile (cervico-vaginiti e vulvo-vaginiti) causate da microrganismi (Trichomonas vaginalis anche associato a Candida albicans, Gardnerella vaginalis ed altra flora batterica sensibile). I sintomi che più frequentemente caratterizzano queste infezioni sono: perdite vaginali abbondanti e/o diverse dal solito, prurito, arrossamento, bruciore al passaggio dell’urina, dolore durante i rapporti sessuali. Meclon soluzione vaginale può essere impiegato anche dopo altra terapia locale od orale, allo scopo di ridurre il rischio di recidive. 2. Cosa deve sapere prima di usare Meclon Non usi Meclon se è allergico al metronidazolo o al clotrimazolo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6). Avvertenze e precauzioni Evitare il contatto con gli occhi. Evitare il trattamento durante il periodo mestruale. In caso di uso contemporaneo di Metronidazolo per via orale, si devono considerare le controindicazioni, gli effetti indesiderati e le avvertenze riportati nel foglio illustrativo del medicinale a base di metronidazolo che assume per via orale.Con medicinali contenenti metronidazolo sono stati segnalati casi di tossicità al fegato (epatotossicità grave/insufficienza epatica acuta), comprendenti casi che hanno portato alla morte, in pazienti affetti dalla sindrome di Cockayne. Se lei soffre della sindrome di Cockayne, il medico controllerà frequentemente anche la funzionalità del suo fegato sia durante il trattamento con metronidazolo sia successivamente. Informi immediatamente il medico e interrompa l’assunzione di metronidazolo in caso di: • dolori allo stomaco, anoressia, nausea, vomito, febbre, malessere, affaticamento, ittero, urina scura, feci soffici e di colore grigio-verdastro o prurito. Altri medicinali e Meclon Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale. Gravidanza e allattamento Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare questo medicinale. In gravidanza il prodotto deve essere impiegato solo in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico. Guida di veicoli e utilizzo di macchinari Meclon non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari. Meclon contiene Sodio metile p-idrossibenzoato e Sodio propile p-idrossibenzoato Il medicinale contiene come conservanti Sodio metile p-idrossibenzoato e Sodio propile p-idrossibenzoato e quindi può causare reazioni allergiche (anche ritardate). 3. Come usare Meclon Usi questo medicinale seguendo sempre esattamente quanto riportato in questo foglio o le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista. La dose raccomandata è di un contenitore di soluzione vaginale pronta una volta al giorno. Somministri il contenuto, preferibilmente al mattino oppure secondo consiglio medico. Nella fase iniziale del trattamento deve associare l’uso della soluzione vaginale ad un’adeguata terapia locale e/o orale. Modalità d’impiego 6. Aprire il flacone ed il flaconcino (fig. 1 e 2); 7. Versare il contenuto del flaconcino nel flacone (fig. 3); 8. Inserire la cannula vaginale sul flacone (fig. 4); 9. Introdurre delicatamente la cannula in vagina e somministrare l'intero contenuto del flacone premendo sul corpo dello stesso.Per un’ottimale irrigazione si consiglia di sdraiarsi a pancia in su (posizione supina). Inoltre si consiglia di svuotare lentamente il flacone, ciò favorirà una più prolungata permanenza in vagina dei principi attivi e quindi una più efficace azione antimicrobica e detergente. 4. Possibili effetti indesiderati Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino. Interrompa immediatamente il trattamento con Meclon se si manifestano effetti indesiderati. Effetti indesiderati molto rari (possono interessare una persona su 10.000) Irritazioni locali come: • prurito • infiammazione della pelle (dermatite allergica da contatto) • comparsa di macchie e/o rigonfiamenti sulla pelle (eruzioni cutanee) Effetti indesiderati con frequenza non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili) • reazioni allergiche (ipersensibilità) Segnalazione degli effetti indesiderati Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale. 5. Come conservare Meclon Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Non conservare a temperatura superiore a 25°C. Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese. Non usi questo medicinale se la confezione è stata aperta o danneggiata. Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.6. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Meclon Flacone da 10 ml: - Il principio attivo è clotrimazolo; 10 ml di soluzione contengono 200 mg di clotrimazolo - Gli altri componenti sono alcool ricinoleilico, etanolo, acqua depurata. Flacone da 130 ml: - Il principio attivo è metronidazolo; 130 ml di soluzione contengono 1 g di metronidazolo - Gli altri componenti sono sodio metile p-idrossibenzoato, sodio propile p-idrossibenzoato, acqua depurata. Descrizione dell’aspetto di Meclon e contenuto della confezione Meclon si presenta in forma di soluzione vaginale. Ogni confezione contiene 5 flaconi da 10 ml, 5 flaconi da 130 ml e 5 cannule. Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio e produttore Titolare dell’autorizzazione in commercio Alfasigma S.p.A. – Viale Sarca, n. 223 – 20126 Milano (MI) Produttore ALFASIGMA S.p.A. - Via E. Fermi, n.1 - Alanno (PE)

VEA INTIMO - CREMA PER DETERSIONE INTIMA -15%

VEA

VEA INTIMO - CREMA PER DETERSIONE INTIMA

€ 11,70 € 9,95

Prodotto indicato per la detersione delicata della zona intima. Il prodotto non contiene tensioattivi (detersione per affinità) ed è ricca di principi attivi funzionali. Rispetta il naturale pH fisiologico vulvare (pH 5.6 - 6) per evitare il bruciore che un pH acido 3.5 - 4.5 (presente in vagina e non sulla vulva) potrebbe causare specialmente in presenza di rossore e/o irritazione da cause esterne. La percentuale elevata di vitamina E, con effetto idratante, lenitivo e protettivo, aiuta a contrastare la secchezza e a prevenire le irritazioni. L’olio essenziale di melaleuca alternifolia (tea tree oil) favorisce l’azione antimicrobica. Non contiene conservanti, coloranti e tensioattivi per minimizzare i rischi di allergia. Indicato per l’igiene intima quotidiana e per una detersione delicata, anche in bambini ed anziani, e in caso di alterazione della flora batterica vaginale conseguente a ciclo mestruale, parto, gravidanza, ecc. Il caratteristico odore del prodotto è dovuto all’alta concentrazione di tea tree oil. Modalità d'utilizzo: A risciacquo: applicare una piccola quantità di prodotto nella zona da detergere, risciacquare con acqua. Senza risciacquo: applicare una piccola quantità di prodotto nella zona da trattare, si può asportare con una salvietta senz’acqua. Avvertenze: Non usare in caso di allergia nota agli ingredienti. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Formato: Tubo da 75 ml

DERMOVITAMINA MICOBLOCK - DOCCIA SHAMPOO 2 IN 1 -50%

 

DERMOVITAMINA MICOBLOCK - DOCCIA SHAMPOO 2 IN 1

€ 9,80 € 4,90

Prodotto per l’igiene quotidiana della pelle e del cuoio capelluto. La formula è stata espressamente studiata per la protezione di tutto il corpo in ambiente a rischio di contagio (piscine, palestre, spogliatoi, pratica sportiva, ambienti caldo-umidi). Ideale per la detersione quotidiana di pelli soggette a infezioni fungine. Le infezioni fungine della pelle possono aggredire cute e mucose genitali, provocando fastidiosi arrossamenti, irritazioni e desquamazioni. Modalità d'uso: Si consiglia di usare il prodotto periodicamente a scopo preventivo, ogni volta che sia necessario. Ha un pH compatibile con la cute e grazie alla bassa percentuale di attivo lavante ad alta resa, associato alla presenza di proteine di avena, preserva il film idrolipidico cutaneo. Formulato per minimizzare il rischio di allergie SLES free Nickel tested (contenuto di NICKEL < 0,5 ppm). Consigli pratici per una migliore igiene della cute in spazi comuni e umidi (spogliatoi, piscine, palestre): > Lavare mani e piedi e asciugare con particolare attenzione. > Non condividere gli asciugamani da bagno con altre persone. > Indossare preferibilmente calze di cotone e calzature in pelle. > Evitare calzature troppo strette. > Indossare ciabatte o zoccoli, lavabili. Componenti: AQUA, SODIUM MYRETH SULFATE, COCAMIDOPROPYL BETAINE, COCOGLUCOSIDE, SODIUM CHLORIDE, PEG-7 GLYCERYL COCOATE, HYDROLYZED OAT PROTEIN, 4-TERPINEOL, POLYQUATERNIUM-10, PHYTIC ACID, CLIMBAZOLE, PIROCTONE OLAMINE, BENZYL ALCOHOL, DEHYDROACETIC ACID, PARFUM. Avvertenze: Evitare il contatto con gli occhi. Non ingerire. Formato: Flacone da 200 ml

PEVARYL SOLUZIONE CUTANEA - ANTIMICOTICO PER USO TOPICO 6 BUSTINE -20%

JANSSEN CILAG SPA

PEVARYL SOLUZIONE CUTANEA - ANTIMICOTICO PER USO TOPICO 6 BUSTINE

€ 15,20 € 12,15

​​​​​​​ ​​​​​​​Pevaryl 1% crema Pevaryl 1% spray cutaneo, soluzione alcolica Pevaryl 1% polvere cutanea Pevaryl 1% emulsione cutanea Pevaryl 1% soluzione cutanea non alcolica (econazolo) CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA PEVARYL è un antimicotico per il trattamento locale di tutte le infezioni micotiche, comprese le infezioni miste da batteri Gram-positivi. PEVARYL soluzione cutanea non alcolica è stato studiato specialmente per il trattamento della Pityriasis Versicolor; il trattamento di tutta la superficie corporea rende possibile l'eliminazione del fungo anche dove la cute è ancora apparentemente sana. INDICAZIONI TERAPEUTICHE Il prodotto è indicato nella terapia di: - micosi cutanee causate da dermatofiti, lieviti o muffe ed infezioni sostenute da batteri Gram-positivi; - micosi del condotto uditivo (limitatamente alla forma emulsione) e delle unghie; - Pityriasis Versicolor. CONTROINDICAZIONI Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. PRECAUZIONI PER L'USO Tutte le forme farmaceutiche di PEVARYL sono indicate solo per uso esterno. PEVARYL non è indicato per uso oftalmico o orale. In caso di reazione di sensibilizzazione o irritazione, interrompere l’uso del prodotto. Econazolo nitrato polvere contiene talco. Evitarne l’inalazione per prevenire irritazione delle vie aeree, soprattutto nei bambini e nei neonati. L'applicazione delle forme spray deve essere fatta evitando di inalare il prodotto e di farne un uso eccessivo ed improprio. INTERAZIONI Informare il medico o il farmacista se si è recentemente assunto qualsiasi altro medicinale, anche quelli senza prescrizione medica. Sono stati riportati casi di interazione con anticoagulanti orali, come warfarin e acenocumarolo. Nei pazienti in terapia con anticoagulanti orali, occorre usare cautela e monitorarne l’effetto anticoagulante più frequentemente. Un aggiustamento del dosaggio del farmaco anticoagulante orale può essere necessario durante il trattamento con econazolo e dopo la sua interruzione. AVVERTENZE SPECIALI Chiedere consiglio al medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale Gravidanza e allattamento A causa dell’assorbimento sistemico, PEVARYL non deve essere usato durante il primo trimestre di gravidanza a meno che il medico non lo consideri necessario per la salute della paziente. PEVARYL può essere usato durante il secondo ed il terzo trimestre di gravidanza se il potenziale beneficio per la madre supera i possibili rischi per il feto. Utilizzare PEVARYL con cautela nelle pazienti in allattamento. Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinariNon noti. Informazioni importanti su alcuni eccipienti di Pevaryl Questo medicinale contiene propilene glicole che può causare irritazioni cutanee. Il medicinale contiene acido benzoico che può essere lievemente irritante per la cute, gli occhi e le mucose. DOSE, MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE Salvo diversa prescrizione medica PEVARYL deve essere applicato mattina e sera nelle zone cutanee infette, con un leggero massaggio, fino a totale scomparsa della micosi (1-3 settimane). Si consiglia di proseguire l'applicazione di PEVARYL per qualche giorno dopo la scomparsa della micosi. Gli spazi intertriginosi (per esempio gli spazi tra le dita del piede, o le pieghe dei glutei) allo stadio umido dovrebbero essere detersi con garze o bende prima dell'applicazione di PEVARYL. Nel trattamento delle micosi a carico delle unghie si raccomanda un bendaggio occlusivo. Nel trattamento delle micosi del condotto uditivo (solo se non è presente alcuna lesione del timpano) instillare 1-2 volte al giorno 1-2 gocce di PEVARYL emulsione cutanea nel condotto uditivo esterno, oppure inserirvi una striscia di garza imbevuta con essa. PEVARYL polvere cutanea deve essere usato come terapia complementare di PEVARYL crema e spray cutaneo soluzione alcolica. Nel caso di infezioni negli spazi intertriginosi può risultare sufficiente l'impiego di PEVARYL polvere cutanea. PEVARYL soluzione cutanea non alcolica è stato studiato specialmente per il trattamento della Pityriasis Versicolor: si consiglia di cospargere, per tre sere consecutive, tutto il corpo umido ponendo il prodotto su una spugna senza poi risciacquare. Il farmaco svolge la sua azione durante la notte. Esso va rimosso con lavaggio il mattino seguente. In tal modo il trattamento di tutta la superficie corporea rende possibile l'eliminazione del fungo anche dove la cute è apparentemente sana. Se dopo 15 giorni dal termine delle applicazioni la Pityriasis Versicolor non risultasse debellata, ripetere il trattamento. Per evitare ricadute si raccomanda di eseguire il trattamento ancora dopo 1 e 3 mesi. L'impiego regolare e secondo le prescrizioni di PEVARYL è di importanza decisiva per la guarigione. SOVRADOSAGGIO Pevaryl è solo per applicazione cutanea. In caso di contatto con gli occhi, sciacquare con acqua pulita o soluzione salina e rivolgersi al medico se i sintomi persistono. In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di PEVARYL, possono verificarsi nausea, vomito e diarrea da trattare con terapia sintomatica, comunque in ogni caso avvertire immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino ospedale. In caso di qualsiasi dubbio sull’uso di PEVARYL, rivolgersi al medico o al farmacista. Pevaryl 1% polvere cutanea La formulazione in polvere contiene talco: una massiccia aspirazione accidentale della polvere può provocare blocco delle vie aeree, particolarmente nei lattanti e nei bambini. L’arresto respiratorio deve essere trattato con terapia di supporto ed ossigeno. Se la respirazione è compromessa devono essere considerate le seguenti misure: intubazione endotracheale, rimozione del materiale e ventilazione assistita. EFFETTI INDESIDERATI Come tutti i medicinali, PEVARYL può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino. I più comuni effetti indesiderati riportati sono prurito, sensazione di bruciore della pelle e dolore. Effetti indesiderati riportati meno comunemente sono: eritema, malessere e gonfiore.Inoltre sono riportati anche casi di angioedema, dermatite da contatto, eruzione cutanea, orticaria, vescicolazione, esfoliazione della cute ed ipersensibilità. L’uso di prodotti per uso topico, specie se protratto, può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione, se ciò si verificasse sospendere il trattamento e rivolgersi al medico. In caso di reazioni locali particolarmente intense è necessario sospendere il trattamento e consultare il medico. Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati. Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati si aggrava o se nota la comparsa di un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio illustrativo informare il medico o il farmacista. SCADENZA E CONSERVAZIONE Scadenza: vedere la data di scadenza indicata sulla confezione. Attenzione: non utilizzare il prodotto dopo la data di scadenza riportata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. Conservare a temperatura non superiore a 25°C. I medicinali non devono essere gettati nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chiedere al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente. Tenere il medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini. Emulsione: chiusura a prova di bambino - modalità d'apertura del flacone COMPOSIZIONE 100 g di crema contengono: principio attivo: econazolo nitrato g 1,0; eccipienti: miscela di esteri dell'acido stearico con glicoli; miscela di acidi grassi con glicole polietilenico; olio di vaselina; butilidrossianisolo; profumo n.4074; acido benzoico; acqua depurata. 100 g di spray cutaneo soluzione alcolica - contengono: principio attivo: econazolo nitrato g 1,0; eccipienti: alcool etilico; glicole propilenico, profumo n.4074; tris(idrossimetil)amino metano. 100 g di polvere cutanea contengono: principio attivo: econazolo nitrato g 1,0; eccipienti: silice precipitata; profumo n.4074; ossido di zinco; talco. 100 g di emulsione cutanea contengono: principio attivo: econazolo nitrato g 1,0; eccipienti: silice precipitata; miscela di esteri dell'acido stearico con glicoli; miscela di acidi grassi con glicole polietilenico; olio di vaselina; butilidrossianisolo; acido benzoico; profumo n.4074; acqua depurata.100 g di soluzione cutanea non alcolica contengono principio attivo:: econazolo g 1,0; eccipienti: polisorbato 20; alcool benzilico; sorbitan monolaurato; acido N-[2-idrossietil]-N-[2-(laurilamino)-etil] amino acetico sale sodico del 3,6,9-triossadocosil solfato; poliossietilenglicole 6000 distearato; acqua depurata. FORMA FARMACEUTICA E CONTENUTO Crema 1%: tubo 30 g Spray cutaneo soluzione alcolica 1%: flacone 30 g Polvere cutanea 1%: flacone 30 g Emulsione cutanea 1%: flacone 30 ml Soluzione cutanea non alcolica 1%: 6 bustine 10 g TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO Janssen-Cilag SpA Via M.Buonarroti, 23 20093 COLOGNO MONZESE (Milano) PRODUTTORE RESPONSABILE DEL RILASCIO DEI LOTTI: Crema ed emulsione cutanea: JANSSEN PHARMACEUTICA N.V. Beerse (Belgio) Soluzione cutanea non alcolica: JANSSEN PHARMACEUTICA N.V. Beerse (Belgio) o in alternativa JANSSEN-CILAG SpA - Latina (Italia) Polvere cutanea e spray cutaneo soluzione alcolica: LUSOMEDICAMENTA – Sociedade Tecnica Farmacêutica S.A. Queluz De Baixo (Portogallo)

DAFNEGIN CREMA VAGINALE - UTILE IN CASO DI CANDIDA VAGINALE -20%

SR FARMACEUTICI SPA

DAFNEGIN CREMA VAGINALE - UTILE IN CASO DI CANDIDA VAGINALE

€ 17,28 € 13,80

​​​​​​​DAFNEGIN® 0,2% Soluzione Vaginale ciclopiroxolamina Composizione 100 ml di soluzione vaginale contengono: ciclopiroxolamina 200 mg. Eccipienti: polietilenglicole 300; poliglicoleum; undebenzofene; polisorbato 20; acido lattico; profumo alla rosa; acqua depurata. FORMA FARMACEUTICA E CONTENUTO soluzione vaginale – 5 flaconi con cannula da 150 ml Categoria farmacoterapeutica Antimicotico ed antibatterico. TITOLARE AIC S&R FARMACEUTICI S.p.A., Via dei pioppi 2 – 06083 Bastia Umbra, PERUGIA (PG) PRODUTTORE E CONTROLLORE FINALE Prodotto, confezionato e controllato da Doppel Farmaceutici S.r.l. - Via Martiri delle Foibe, 1 – 29016 Cortemaggiore (PC). INDICAZIONI TERAPEUTICHE Coadiuvante nella terapia delle affezioni vulvo-vaginali da Candida; può essere impiegato anche dopo altra terapia vaginale, allo scopo di ridurre il rischio di recidive. CONTROINDICAZIONI Ipersensibilità individuale accertata verso il farmaco. PRECAUZIONI PER L’USO È consigliabile che la paziente pratichi l'irrigazione in posizione stesa o semiseduta cercando di mantenere la soluzione per alcuni minuti nella vagina. Nelle applicazioni intravaginali non si ha praticamente assorbimento sistemico del preparato. Tuttavia, come per la maggior parte dei farmaci, l'impiego del farmaco in gravidanza deve avvenire solo a seguito di una rigorosa scelta delle indicazioni, sotto diretto controllo del medico. L'uso, specie se prolungato, di farmaci per uso vaginale può dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tale evenienza occorre sospendere il trattamento ed adottare idonee misure terapeutiche. AVVERTENZE SPECIALI Per prevenire una reinfezione, sarebbe opportuno che anche il partner venisse sottoposto a controllo medico.In gravidanza il farmaco va somministrato nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico. DOSE, MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE Applicare quotidianamente la soluzione vaginale, preferibilmente al mattino, per un periodo di cinque giorni, utilizzando l'intero flacone con le seguenti modalità d'uso: A) Tenere il flacone per l'anello e piegare il cappuccio fino a rottura del sigillo di sicurezza (fig. 1) B) Estrarre la cannula sino al suo arresto in modo da avvertire lo scatto del giusto posiziona- mento (fig. 2) C) Introdurre la cannula in vagina e premere le pareti del flacone in modo da permetterne il completo svuotamento. Si suggerisce di eseguire l'operazione di irrigazione in posizione distesa e lentamente. EFFETTI INDESIDERATI Dafnegin soluzione vaginale è generalmente ben tollerata, tuttavia sono stati segnalati rari casi di prurito, bruciore o irritazione locale. Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati. E’ importante comunicare al medico o al farmacista la comparsa di effetti indesiderati anche non descritti nel foglio illustrativo. ATTENZIONE: Non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione. Tale data si riferisce al prodotto integro correttamente conservato. Fabbricante del dispositivo monouso per lavaggi vaginali INGE S.p.A. Garbagnate Milanese (MI) CE REVISIONE DEL FOGLIO ILLUSTRATIVO DA PARTE DELL’AIFA: Agosto 2012DAFNEGIN® 1% Crema Vaginale DAFNEGIN® 100 mg Ovuli Vaginali ciclopiroxolamina COMPOSIZIONE 100 g di crema vaginale contengono: ciclopiroxolamina 1 g. Eccipienti: 2-ottil-dodecanolo; paraffina liquida; vaselina filante; alcool cetilico; alcool stearilico; alcool miristilico; dietanolamide di acidi grassi di cocco; polisorbato 60; sorbitan monostearato; alcool benzilico; acido lattico; acqua deionizzata. Ogni ovulo vaginale da 100 mg contiene: ciclopiroxolamina 100 mg. Eccipienti: acido benzoico; glicerilemonoricinoleato; gliceridi semisintetici. FORMA FARMACEUTICA E CONTENUTO Crema vaginale – Tubo 78 g Ovuli vaginali – 6 ovuli da 100 mg CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Antimicotico ed antibatterico. Titolare AIC S&R FARMACEUTICI S.p.A., Via dei pioppi 2 – 06083 Bastia Umbra, PERUGIA (PG) PRODUTTORE E CONTROLLORE FINALE Prodotto, confezionato e controllato da: Doppel Farmaceutici S.r.l. –Via Martiri delle Foibe, 1 -29016 Cortemaggiore (PC) INDICAZIONI TERAPEUTICHE Crema vaginale: affezioni vulvo-vaginali e peri-anali prodotte da Candida. Ovuli vaginali: affezioni vulvo-vaginali prodotte da Candida. CONTROINDICAZIONI Ipersensibilità individuale accertata verso il farmaco. PRECAUZIONI PER L’USO Nelle applicazioni topiche o intravaginali non si ha praticamente assorbimento sistemico del preparato. Tuttavia, come per la maggior parte dei farmaci, l'impiego del farmaco in gravidanza deve avvenire solo a seguito di una rigorosa scelta delle indicazioni, sotto diretto controllo del medico. L'uso, specie se prolungato, di farmaci per uso topico può dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tale evenienza occorre sospendere il trattamento ed adottare idonee misure terapeutiche.AVVERTENZE SPECIALI E' possibile un'infezione reciproca; per prevenire una reinfezione, è consigliabile la contemporanea terapia del partner. In gravidanza il farmaco va somministrato nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico. DOSE, MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE Crema vaginale: avvitare l'applicatore sul tubo di crema e riempirlo praticando una leggera pressione sul tubo. Introdurre l'applicatore in profondità nella vagina e applicare il contenuto (5 g) quotidianamente prima di coricarsi per 6 giorni consecutivi o al giudizio del medico fino ad un massimo di 14 giorni. Per l'applicazione si raccomanda una posizione sulla schiena con le gambe leggermente piegate. Per impedire una reinfezione è opportuno trattare con un po' di crema vaginale anche la cute peri-vaginale e peri-anale. Ovuli vaginali: un ovulo da 100 mg per 3-6 giorni in funzione della gravità dell'infezione e a giudizio del medico. EFFETTI INDESIDERATI Raramente prurito, bruciore o irritazione. Dafnegin crema vaginale contiene alcool cetilico e alcool stearilico come componenti di base. Di ciò occorre tener conto nel caso di ipersensibilità nota nei confronti di queste sostanze. Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati. E’ importante comunicare al medico o al farmacista la comparsa di effetti indesiderati anche non descritti nel foglio illustrativo. ATTENZIONE: Non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione. Tale data si riferisce al prodotto integro correttamente conservato. Fabbricante delle cannule vaginali monouso: LAMEPLAST S.r.l. 41030 Novi di Modena (MO) CE Fabbricante degli applicatori monouso in politene: C.S.P. S.a.s. 10153 TORINO CE 0497 Revisione del foglio illustrativo da parte delL’AIFA: AGOSTO 2012 4

TROSYD CREMA - A BASE DI TIOCONAZOLO -21%

GIULIANI

TROSYD CREMA - A BASE DI TIOCONAZOLO

€ 8,10 € 6,40

​​​​​​​ ​​​​​​​TROSYD 1% CREMA TROSYD 1% POLVERE CUTANEA TROSYD 1% EMULSIONE CUTANEA Tioconazolo Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perchè contiene importanti informazioni per lei. Usi questo medicinale sempre come esattamente descritto in questo foglio o come il medico o il farmacista le ha detto di fare. − Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo. − Se desidera maggiori informazioni o consigli, si rivolga al farmacista. − Se si manifesta uno qualsiasi degli effetti indesiderati, tra cui effetti non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4. − Si rivolga al medico se non nota miglioramenti o se nota un peggioramento dei sintomi dopo un breve periodo di trattamento. Contenuto di questo foglio: 1. Che cos’è TROSYD e a che cosa serve 2. Cosa deve sapere prima di usare TROSYD 3. Come usare TROSYD 4. Possibili effetti indesiderati 5. Come conservare TROSYD 6. Contenuto della confezione e altre informazioni 1. CHE COS’È TROSYD E A CHE COSA SERVE TROSYD contiene il principio attivo tioconazolo un antimicotico utilizzato per il trattamento delle infezioni della pelle provocate dai funghi come: - Dermatomicosi causate da dermatofiti, lieviti ed altri miceti sensibili al tioconazolo - Infezioni cutanee (della pelle) provocate da batteri Gram positivi sensibili al farmaco - Infezioni cutanee miste per la concomitante attività antimicotica (contro i funghi) e antibatterica (contro i batteri). Si rivolga al medico se non nota miglioramenti o se nota un peggioramento dei sintomi dopo un breve periodo di trattamento. 2. COSA DEVE SAPERE PRIMA DI USARE TROSYD Non usi TROSYD Se è allergico (ipersensibile) al principio attivo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale elencati al paragrafo 6. Avvertenze e precauzioni Si rivolga al medico o al farmacista prima di usare TROSYD. L’applicazione di medicinali per uso topico, specie se prolungata, può dare origine a fenomeni di allergia (ipersensibilità). Bambini ed adolescenti Non vi sono dati relativi alla sicurezza e all’efficacia di TROSYD in bambini e adolescenti, consultare il medico. Altri medicinali e TROSYD Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale. Non sono note interazioni con altri farmaci. Gravidanza e allattamento Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare questo medicinale. Se è in stato di gravidanza o sta allattando usi TROSYD solo dopo aver consultato il medico ed aver valutato con lui il rapporto rischio/beneficio nel proprio caso. Guida di veicoli e utilizzo di macchinari Non è stato riportato alcun effetto di TROSYD sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari. TROSYD 1% crema e 1% emulsione contengono alcool cetostearilico (chiamato anche alcool cetilstearilico). Può causare reazioni cutanee locali (ad es. dermatiti da contatto). TROSYD 1% emulsione cutanea contiene glicole propilenico. Può causare irritazione cutanea 3. COME USARE TROSYD Usi questo medicinale seguendo sempre esattamente quanto riportato in questo foglio o le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista. Applichi 2 volte al giorno (una al mattino e una alla sera) uno strato sottile del medicinale mediante leggero massaggio sulla pelle affetta e su quella immediatamente circostante. Attenzione: non superare le dosi indicate senza il consiglio del medico. TROSYD 1% Crema: applichi il medicinale mediante leggero massaggio sulla pelle affetta e su quella immediatamente circostante. Nelle aree di intertrigine (pieghe cutanee) il medicinale va applicato in piccole quantità e ben spalmato per evitare fenomeni di macerazione. TROSYD 1% Polvere cutanea: il medicinale è disponibile in un contenitore con cui può essere direttamente applicato in uno strato uniforme sulla pelle affetta e su quella immediatamente circostante. TROSYD 1% Emulsione cutanea: applichi il medicinale mediante leggero massaggio con la punta delle dita o con un tampone di ovatta sulla pelle affetta e su quella immediatamente circostante. La durata del trattamento richiesto per ottenere la guarigione varia da paziente a paziente, in relazione all'agente infettante ed alla sede di infezione. • Pityriasis versicolor (infezione fungina che si manifesta con macchioline color caffelatte, localizzate generalmente sul tronco): un trattamento di 7 giorni è di solito sufficiente per ottenere la guarigione nella maggior parte dei pazienti. • Tinea pedis (piede d'atleta): possono essere necessarie fino a 6 settimane di trattamento specialmente per quanto riguarda la varietà clinica cronica ipercheratosica (ispessimento della pelle). • Micosi ad altre localizzazioni (corpo, pieghe cutanee), candidiasi ed eritrasma (infezione batterica): la durata del trattamento richiesto è di solito compresa tra le 2 e le 4 settimane. Consulti il medico se il disturbo si presenta ripetutamente o se ha notato un qualsiasi cambiamento recente delle sue caratteristiche. Se usa più TROSYD di quanto deve Non sono stati riscontrati casi di sovradosaggio. In caso di ingestione/assunzione accidentale di TROSYD avverta immediatamente il medico o si rivolga al più vicino ospedale. Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista. 4. POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino. Effetti indesiderati molto rari (possono interessare fino a 1 paziente su 10.000) Irritazione locale della pelle lieve e transitoria. In presenza di reazioni di allergia (ipersensibilità) è necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia opportuna. Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati. Segnalazione degli effetti indesiderati Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale. 5. COME CONSERVARE TROSYD Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese. Non è richiesta nessuna speciale precauzione per la conservazione. Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente. È importante avere sempre a disposizione le informazioni sul medicinale, pertanto conservi sia la scatola che il foglio illustrativo. 6. CONTENUTO DELLA CONFEZIONE E ALTRE INFORMAZIONI Cosa contiene TROSYD: TROSYD 1% Crema 1 g di crema contiene: Principio attivo: Tioconazolo: 10 mg Altri componenti: Polisorbato 60, Sorbitan monostearato, Alcool cetostearilico, 2 Ottildodecanolo, Cera di esteri cetilici, Alcool benzilico, Acqua depurata. TROSYD 1% Polvere cutanea 100 g di polvere contengono: Principio attivo: Tioconazolo: 1g Altri componenti: Talco, Miristato di magnesio, Caolino, Silice precipitata. TROSYD 1% Emulsione cutanea 100 g di emulsione contengono: Principio attivo: Tioconazolo: 1g Altri componenti: Cera emulsionante, Alcool cetilico, Alcool cetilstearilico, Olio di noce di cocco, Glicerilstearato e palmitato, Glicole propilenico, Alcool benzilico, Acqua depurata. Descrizione dell’aspetto di TROSYD e contenuto della confezione TROSYD 1% Crema Crema. Tubo da 30 g. TROSYD 1% Polvere cutanea Polvere cutanea. Flacone da 30 g. ​​​​​​​TROSYD 1% Emulsione cutanea Emulsione cutanea. Flacone da 30 g.